La visita della Pelosi che imbarazza Biden

0
170
La visita della Pelosi che imbarazza Biden

La visita della speaker della Camera Nancy Pelosi a Taiwan ha messo in imbarazzo il presidente Biden e ha mostrato un’America sempre più divisa, anche ai vertici. Si tratta di un duro colpo per l’amministrazione Biden, che già sta affrontando momenti difficili nella guerra in Ucraina. Ora, Washington deve trovare soluzioni veloci alle minacce cinesi, rischiando di peggiorare ulteriormente le relazioni con Pechino, che sono le più complicate da decenni.  

Taiwan: la visita della Pelosi che imbarazza il presidente Biden

La visita della speaker della Camera Nancy Pelosi a Taiwan mette in imbarazzo il presidente Biden. Nei giorni scorsi, il presidente americano aveva lasciato chiaramente intendere di non gradire un’eventuale visita della Pelosi a Taiwan. Biden aveva manifestato molti dubbi a riguardo. Washington è già impegnata a contrastare la Russia di Putin nella guerra in Ucraina e Biden lo sa che in questo difficile momento la sua amministrazione non può impegnarsi su due fronti. Ma Pelosi sembra aver ignorato ogni avvertimento lanciato dal presidente e dal Pentagono, che anch’esso non aveva nascosto l’opposizione alla visita.

Pelosi, che in quanto alto rappresentante del potere legislativo non deve rendere conto delle proprie scelte alla presidenza, ha così mostrato la grande debolezza interna dell’America, dando, forse, un aiuto agli avversari. La speaker ha mostrato al mondo che l’America è sempre più divisa e che queste divisioni non si limitano solo tra repubblicani e democratici, ma anche all’intero del partito democratico stesso. La “disubbidienza” della Pelosi nei confronti di Biden ha trasmesso un’immagine di divisione ai vertici istituzionali statunitensi. Questo rischia di indebolire la capacità di deterrenza dell’amministrazione Biden nei confronti di Pechino.


Leggi anche: Taiwan: continuano le minacce cinesi