La Giulia Veloce scorterà il Giro d’Italia (video)

0
278

La Giulia Veloce Alfa Romeo guiderà il 104esimo Giro d’Italia. Sarà l’auto 1, assegnata quindi alla caposcorta del Giro, il Commissario Capo Annalisa Valleriani, comandante della Polstrada di Lecco.

Che auto è la Giulia Veloce?

L’auto in oggetto possiede un propulsore a benzina 2.0 turbo da 280 CV e un quattro cilindri con sistema MultiAir e iniezione diretta, con un cambio automatico ZF a otto marce e a trazione integrale permanente Q4. Può passare da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi, e arrivare a 240 km/h di velocità. Generalmente viene utilizzata per i servizi di staffetta e di scorta alle massime autorità, come il Presidente della Repubblica o il Papa.


La Polizia Stradale accompagna le tappe del 104esimo Giro d’Italia


Il 104° Giro d’Italia

Il Giro ha preso il via lo scorso sabato, e come di consueto è scortato dalla Polizia Stradale. Il sodalizio risale addirittura al 1946, quando ad espletare questo compito furono impiegati 11 motociclisti e 6 poliziotti, su due fuoristrada e un camion. E oggi l’Alfa Romeo Giulia Veloce, nella stessa funzione, a guidare la squadra di cui parleremo qui sotto.

La squadra di supporto

L’intera squadra, affidata al Compartimento Polizia Stradale della Lombardia, conta 12 operatori in auto e 26 motociclisti, più altri 18 poliziotti (10 in moto e 8 in auto) a scorta del Giro E-bike. Oltre alla Giulia Veloce ci sarà una sua “collega”, la Giulietta 2.0 JTDm, e quattro Skoda Octavia 2.0 TDI a trazione integrale. Infine le 24 motociclette, targate Yamaha 1300 FJR. Per il supporto logistico dei mezzi ci si affiderà ad un’officina mobile a bordo di un Fiat Ducato, e il Giro percorrerà in totale 3.450 km, attraversando 14 regioni e sconfinando in Slovenia e in Svizzera. Terminerà a Milano il 30 maggio.

Progetti paralleli

Parallelamente al Giro, si terranno altre iniziative. Un esempio è il progetto Biciscuola, che quest’anno si svolgerà online a causa della pandemia. Gli operatori della Polstrada e i referenti dell’associazione RCS incontreranno virtualmente i ragazzi delle scuole primarie vincitrici del concorso, condividendo la formazione all’educazione stradale.

Eroi nella Sicurezza

Questo riconoscimento è stato ideato da Autostrade per l’Italia, e premia i poliziotti che si sono distinti per dedizione e professionalità in attività di soccorso e compiti istituzionali. Le cerimonie di premiazione si terranno in sei delle tappe del Giro: il 12 maggio a Modena, il 13 maggio alle Grotte di Frasassi (AN), il 15 maggio a Foggia, il 19 maggio a Perugia, il 20 maggio a Siena, il 24 maggio a Sacile (PN) e il 30 maggio a Senago (MI).

Commenti