Nell’anticipo serale della XVI giornata di Serie A la Juventus ospita l’Inter all’Allianz Stadium, il 231esimo derby d’Italia rappresenta una grande occasione per entrambe le squadre di allungare in classifica sul Napoli e di iniziare la fuga per diventare campioni d’inverno.

Parte meglio la squadra di Spalletti che blocca la manovra juventina sul nascere con un pressing alto ben orchestrato ma è di Mandkzukic la prima palla gol: al 9′ il croato approfitta di un buco della difesa avversaria per concludere prima di piede poi di testa ma Handanovic e Miranda sventano il pericolo; i nerazzurri continuano a compiere un giro palla orizzontale per cercare di aprirsi dei varchi ma la la squadra di Allegri è ben messa in campo e chiude tutti gli spazi lasciando agli avversari l’iniziativa per poi ripartire in contropiede.

Al 37′ il diagonale di Kedhira termina a lato e al 45′ Mandzukic sfiora ancora una volta il gol colpendo la traversa di testa; si va all’intervallo sul risultato di 0-0.

Nella ripresa la squadra di Allegri inizia a spingere e si rende pericolosa con Mandzukic che prima non riesce a stoppare un pallone in area piccola poi impegna Handanovic con un tiro centrale; i nerazzurri rispondono con Icardi servito in verticale da Brozovic ma il tiro dell’argentino viene respinto da Benatia che poi la tocca involontariamente con un braccio provocando le proteste nerazzurre, Valeri lascia proseguire.

In questa fase di match la Juventus ha aumentato il ritmo e si propone spesso in avanti senza però riuscire a concretizzare le palle gol create mentre la squadra di Spalletti si difende con ordine e cerca di ripartire in contropiede senza però trovare molti spazi; Allegri inserisce Dybala e passa al 4-2-3-1 ma l’argentino non riesce a essere incisivo in fase offensiva, nel finale l’uomo più pericoloso è ancora Mandzukic che però capisce debolmente di testa facendo carambolare la palla tra le braccia di Handanovic.

Dopo 3′ di recupero termina così 0-0 la sfida tra Juventus e Inter, un punto preziosissimo per la squadra di Spalletti che grazie a questo pareggio rimane in testa alla classifica in attesa di Napoli – Fiorentina mentre i bianconeri rimangono in terza posizione con 38 punti al termine di una gara giocata in maniera positiva per quanto riguarda la costruzione offensiva ma priva del salto di qualità necessario per far breccia nella retroguardia nerazzurra.

 

Tabellino

JUVENTUS – INTER 0-0

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny sv; De Sciglio 6, Benatia 6, Chiellini 6,5, Asamoah 6,5; Khedira 6 (75′ Dybala 5,5), Pjanic 6,5 (85′ Bentancur 6), Matuidi 6; Cuadrado 6,5, Higuain 5,5, Mandzukic 6,5

A disposizione: Pinsoglio, Loria, Alex Sandro, Rugani, Barzagli, Douglas Costa, Sturaro, Bernardeschi, Marchisio

Allenatore: Massimiliano Allegri 6,5

INTER (4-2-3-1): Handanovic 7; D’Ambrosio 5, Skriniar 6, Miranda 6, Santon 5 (63′ Dalbert 5,5); Vecino 6,5, Borja Valero 6; Candreva 5,5 (69′ Gagliardini 6), Brozovic 6, Perisic 6; Icardi 5 (86′ Eder sv)

A disposizione: Padelli, Berni, Cancelo, Ranocchia, Nagatomo, Joao Mario, Karamoh, Pinamonti

Allenatore: Luciano Spalletti 6

Arbitro: Valeri 7

Ammoniti: 27′ Benatia; 30′ Brozovic; 38′ Higuain; 40′ Perisic; 61′ Santon; 88′ D’Ambrosio; 90′ Vecino

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here