Il viaggio di Mario. A 91 anni 1250 miglia in barca a vela

0
195
Mario Battilanti
Mario Battilanti

Un viaggio lungo e bellissimo quello portato a termine giovedì da Mario Battilanti, un brillante 91 enne, a bordo della barca a vela Lumiere III.
Un’avventura lunga 25 giorni iniziata lo scorso 27 settembre da Fezzano di Portovenere e terminato poche ore fa al porto canale di Marina di Ravenna.

Sono 1250 le miglia percorse dall’arzillo signore in compagnia di uno staff professionista sostenuto da una rete solidale, quella composta dall’associazione La nave di Carta e dalla Lega Navale di Lerici. Il sogno di una vita coronato a bordo di una barca lunga 13,50 metri, guidata in alcuni tratti in autonomia anche dallo stesso Mario. Una sfida contro i propri limiti sicuramente dettati dall’età, ma anche un importante messaggio alla società e ai propri coetanei che mira a sottolineare il fatto di non dimenticarsi mai dei proprio sogni, qualsiasi sia il proprio anno di nascita.

L’importante avventura del signor Mario e dell’equipaggio di Lumiere III è stata ufficialmente ribattezzata #Forza91, proprio per sottolineare quel numero che non è un limite ma un elemento di orgoglio per Battilanti e i colleghi di navigata.

Al suo arrivo a Marina di Ravenna, il novantenne è stato accolto presso il Circolo Velico Ravennate dal presidente Gianni Paulucci, da Luciano Pezzi (presidente della sezione locale della Lega Navale Italiana – LNI) e Ivo Emiliano (delegato regionale LNI).
Qui il signor Battilanti ha commentato la sua fantastica avventura:

“Sono stanco ma contento, davvero contento di essere arrivato fino in fondo. Senza tutti gli amici, giovani e meno giovani, che si sono alternati a bordo non ce l’avrei fatta a realizzare il mio sogno. Il mare è stato a volte buono, a volte cattivo. Abbiamo preso acqua e vento e abbiamo trovato bonacce: il mare è questo. Devi prendere quello che viene, senza paura. È la paura che fa invecchiare. Agli anziani dico: mollate il bastone e fate movimento, uscite, fate ginnastica, state tra i giovani, mettetevi in gioco. Si muore di più in poltrona che per mare”.

Niente sembra fermare il signor Mario che ha già in programma un nuovo viaggio, arrivare sempre in barca a vela fino a Venezia insieme al suo fidato team nautico.

Il signor Mario Battilanti all’arrivo a Marina di Ravenna
Commenti