Il punto sulla Serie B: colpo della Spal, affonda la Ternana (prima parte)

0
252

SPAL – PERUGIA 2-0

La prima occasione della partita è degli ospiti che al 4′ vanno al tiro con Di Carmine ma Meret non si fa sorprendere.

Nei primi minuti il Perugia controlla il gioco e mantiene il possesso palla aspettando il momento giusto per creare occasioni ma è la Spal a portarsi in vantaggio al 38′ grazie a Floccari che parte dalla trequarti e poi scarica un potente sinistro da fuori area che batte Brignoli: 1-0 per i padroni di casa.

Dopo il gol del vantaggio la squadra di Semplici ha preso in mano il pallino del gioco e continua ad attaccare sfiorando il gol con il sinistro di Arini.

Finisce così il primo tempo con la Spal in vantaggio, nella ripresa il Perugia riprende il controllo del gioco e crea molte palle gol soprattutto con Ricci e Guberti ma la retroguardia avversaria è attenta e fa buona guardia.

Gli ospiti continuano ad avere in mano il pallino del gioco e a creare numerose palle gol soprattutto con Di Carmine e il nuovo entrato Terrani che però non riescono a concretizzare, la Spal come nel primo tempo attende e al 90′ trova il gol con Schiattarella che raccoglie un cross dalla destra di Finotto e buca per la seconda volta Brignoli.

Dopo 4′ di recupero finisce 2-0 il match allo stadio Mazza, la Spal con questa vittoria si pota seconda in classifica a quota 48 punti mentre il Perugia è fermo in sesta posizione con 39 punti.

 

TERNANA – LATINA 0-1

Al Liberati di Terni i padroni di casa si rendono subito pericolosi al 5′ con un cross dalla destra di Diakite che nessun compagno riesce a deviare.

Il Latina si sveglia e al 22′ trova il gol del vantaggio con De Vitis che approfitta della sponda aerea di Brosco e appoggia la palla in rete da due passi.

La Ternana prova subito a reagire con Lagumina ma il suo colpo di testa in arretramento sfiora il palo e va sul fondo.

L’ultima occasione del primo tempo è per gli ospiti ma Valjent salva sul tiro di Corvia a botta sicura.

Nella ripresa il Latina si porta subito in attacco e sfiora il raddoppio al 49′ con il gran tiro di Bonaiuto ma Aresti riesce a respingere con una grande parata.

Gautieri prova a scuotere i suoi e sostituisce Monachello con Avenatti che ha subito l’opportunità di pareggiare ma il suo colpo di testa su cross di Palumbo finisce di poco a lato.

Al 90′ la Ternana sfiora ancora il pareggio con il tiro di Avenatti che però si stampa sulla traversa.

Dopo 4′ di recupero finisce 0-1 tra Ternana e Latina, i padroni di casa vengono superati dal Trapani e scendono in ultima posizione con 23 punti mentre il Latina raggiunge il Cesena a quota 29 punti e prova a uscire dalla zona playout.

 

TRAPANI – SALERNITANA 1-0

Nei primi minuti di partita il gioco è interrotto da numerosi falli a centrocampo e nessuna delle due squadre riesce a prendere in mano il pallino del gioco.

Verso la metà del primo tempo il Trapani si rende pericoloso prima con la punizione potente di Barillà poi con il colpo di testa di Jallow parato da Gomis, e al 40′ si porta in vantaggio grazie al gol di Maracchi su tiro di Barillà.

Il primo tempo termina 1-0 per i padroni di casa, nella ripresa i padroni di casa iniziano subito ad attaccare e creano due palle gol in 9′, prima con il tiro dal limite di Jallow deviato a lato da un difensore poi con l’azione personale di Coronado che dopo aver saltato due uomini rientra sul destro e calcia in porta ma la palla termina alta.

La Salernitana prova a reagire e al 67′ sfiora il pareggio con Vitali che tira a botta sicura ma Pigliacelli riesce a deviare in angolo.

Il risultato rimane bloccato sull’1-0 fino alla fine della partita, con questa vittoria il Trapani abbandona l’ultima posizione in classifica e sale a quota 25 punti mentre la Salernitana rimane quattordicesima con 32 punti.

 

AVELLINO – VICENZA 3-1

Al Partenio-Lombardi di Avellino iniziano meglio i padroni di casa che si rendono pericolosi con Ardemagni e trovano il gol del vantaggio al 25′ grazie al tiro mancino del capitano D’Angelo su assist di Paghera.

La squadra di Toscano continua ad attaccare e al 38′ trova il raddoppio ancora con D’Angelo che batte Benussi con l’esterno sinistro da posizione favorevole.

Si va negli spogliatoi sul risultato di 2-0, nella ripresa iniziano meglio i padroni di casa che trovano subito il gol al 48′ con Ardemagni che riceve palla su assist di Paghera e batte ancora una volta Benussi.

La pioggia non accenna a diminuire e il campo in pessime condizioni favorisce gli infortuni di Benussi e Lasik che sono costretti a uscire.

Il Vicenza prova a reagire e al 65′ trova il gol che accorcia le distanze grazie al gran destro da fuori di Bellomo che schizza sul terreno bagnato e batte Radunovic.

L’Avellino sembra in controllo della partita e al 70′ D’Angelo ha l’occasione di siglare la tripletta ma il suo colpo di testa finisce sulla traversa.

Dopo 4′ di recupero finisce 3-1 tra Avellino e Vicenza, i padroni di casa salgono a 35 punti mentre la squadra di Bisoli rimane terz’ultima in piena zona playout a quota 28 punti.

 

VIRTUS ENTELLA – CARPI 2-0

La squadra di Castori tiene in mano il pallino del gioco per tutto il primo tempo creando molte occasioni da gol ma non riuscendo a concretizzare anche grazie agli interventi di Iacobucci, l’Entella non è mai riuscita a rendersi pericolosa.

Il primo tempo termina 0-0, nella ripresa i padroni di casa iniziano subito ad attaccare e trovano il gol del vantaggio al 58′ con Caputo che viene lanciato in area e batte tutto solo Belec.

Nel secondo tempo gioca molto meglio l’Entella, il Carpi è in confusione e non riesce a creare occasioni da gol.

Al 65′ la punizione di Tremolada sfiora la traversa e va sul fondo, e al 73′ lo stesso Tremolada crossa per l’ex Catellani che batte Belec con una bella girata al volo per il gol del 2-0.

Il Carpi non riesce a reagire, finisce così 2-0 a Chiavari.

La squadra di Castori scende così in undicesima posizione, a 36 punti e a -2 dall’Entella che occupa l’ultimo posto disponibile per i playoff a quota 38 punti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here