I laghi del Piemonte: delle splendide mete da visitare

0
799

Nel caldo d’estate, i laghi del Piemonte e l’idea per raggiungere il fresco delle pinete, oppure di una vacanza tra i borghi lacustri nella natura. A tal proposito, il Piemonte offre una vasta scelta di gite, visite e mete tra il verde delle Alpi e le spiagge balneabili. Nella scoperta degli itinerari tra corsi d’acqua ed aree fluviali e lacustri, in cui la regione ottiene il riconoscimento di eccellenza, nel 2020. A fronte di ciò, nella provincia torinese le passeggiate panoramiche e la pratica degli sport dalla vela al wakeboard.

I laghi del Piemonte quali sono?

Tra le più ambite mete turistiche dei laghi del Piemonte, ci sono: Lago Maggiore, Lago d’Orta, Lago di Mergozzo, Lago di Viverone, Lago di Candia, Lago della Val d’Ossola, Lago del Mucrone. Inoltre, il territorio piemontese regala ai vacanzieri e turisti lo scenario della natura, tra sport acquatici ed arte. A fronte di ciò, la pratica dello sci d’acqua, canottaggio, vela, windsurf ed altre attività sportive come il trekking, l’equitazione, la mountain bike. Mentre, il parapendio ed i voli in deltaplano avvengono nelle montagne, vicine all’area piemontese.

I laghi del Piemonte: il Lago Maggiore

Come estensione il Lago Maggiore, risulta essere uno dei più grandi territori lacustri italiani e di appartenenza glaciale. Di fatto, le origini risalgono al periodo del ferro, in cui all’epoca, dimora la popolazione dei Golasecca con il seguito di Galli e Romani. Dal XVIII secolo, tra i laghi del Piemonte, il Lago Maggiore diviene dominio del casato Borromeo, che arricchisce la zona lacustre, di castelli e ville.

Negli anni successivi, gli Austriaci acquisiscono l’area piemontese, fino a divenire dominio della dinastia Savoia. Ai confini con Svizzera e Lombardia, il lato occidentale del Piemonte comprende le province di Ossola, Novara e Verbano. Nei pressi del Lago Maggiore la presenza del Monte della Santa Trinità, da cui una magnifica vista del lago. Anche la visuale delle Isole borromee, con l’Isola Bella, l’Isola dei Pescatori e l’Isola Madre.

Di fatto, a circa 400 metri dalla costa, la notorietà di tali isole, per lo splendore dei giardini dallo stile barocco italiano. Mentre, il Palazzo Borromeo, oggi è l’attuale Museo storico ed artistico, dalle dieci terrazze che regalano lo scenario sul lago. Sull’Isola dei Pescatori, un borgo suggestivo di pochi abitanti, con l’attività di turismo e pesca. Intorno ad una villa dei Borromeo, il giardino botanico della Royal Horticultural Society, tra le bellezze del mondo.

I laghi del Piemonte: il Lago d’Orta

Nelle province piemontesi di Verbano, Ossola, Cusio e Novara, la sola Isola di S. Giulio, nota per la caratteristica dei vicoli stretti, di costruzioni dallo stile barocco. A fianco del Lago d’Orta, il patrimonio mondiale dell’Unesco con il Sacro Monte di Orta, da qui i piccoli centri urbani di Omegna e Miasino. In quanto ai laghi del Piemonte, inerenti alla Val d’Ossola, l’insieme dei territori lacustri di Antrona, Cingino e Camposecco, nella medesima provincia.

Le zone lacustri di Mucrone e Viverone

Una vacanza nel territorio di origine glaciale del Lago del Mucrone, che si trova nei dintorni del santuario di Oropa. A fronte di ciò, i turisti posso raggiungere l’area lacustre, con una funivia. Durante il periodo invernale, la possibilità di praticare come sport lo sci, sia di fondo che in discesa. Nella provincia di Torino, il Lago di Viverone, anch’esso appartenente all’epoca glaciale. Con i reperti risalenti all’età del bronzo, dalle proprie sponde lacustri, il territorio sfoggia il sito archeologico. Tra le altre mete culturali ambite, il borgo rurale di Roppolo e la storia del castello dalle origini duecentesche.

Il Lago di Candia

A qualche chilometro dal capoluogo piemontese, un’area lacustre dal clima umido, circondata dal Parco naturale del Lago di Candia. Poco prima delle Alpi occidentali, fino alla pianura padana piemontese, una zona immersa nella natura, che ospita molte varietà di uccelli. Sempre nella provincia di Torino, anche il Parco naturale dei laghi di Avigliana, nella Val di Susa, con: Lago Grande, Lago Piccolo e di Moncenisio. Dalla zona lacustre di Avigliana il castello, da cui una vista incantevole del lago e dei monti circostanti.