sabato, Aprile 13, 2024

Gli Stati Uniti accusano di diserzione il soldato che ha attraversato la Corea del Nord, è stato detenuto e deportato

L’esercito statunitense ha accusato di diversi reati, tra cui la diserzione, il soldato Travis King, che lo scorso luglio ha attraversato illegalmente la Corea del Nord ed è stato detenuto e deportato negli Stati Uniti.

Secondo i documenti d’accusa ottenuti dal Washington Post, King è stato accusato di aver violato il codice legale dell’esercito statunitense commettendo reati quali diserzione, aggressione, disobbedienza a un ufficiale superiore, comportamento insubordinato, dichiarazioni false e tentativo di adescamento di fotografie sessuali di un minore.

Il 27 settembre la Casa Bianca ha dichiarato che il soldato 23enne si trovava sotto la custodia degli Stati Uniti dopo essere stato espulso dalla Corea del Nord, dove era entrato irregolarmente attraverso il confine con il Sud lo scorso luglio.

King ha attraversato la Linea di demarcazione militare (MDL) il 18 luglio ed è entrato in territorio nordcoreano senza autorizzazione mentre era in visita turistica al confine intercoreano.

Il soldato, che prestava servizio in Corea del Sud, doveva essere rimpatriato negli Stati Uniti come misura disciplinare per i suoi problemi con la magistratura sudcoreana, ma è fuggito in Corea del Nord dove, secondo Pyongyang, ha chiesto asilo.

Il regime di Kim Jong-un ha annunciato la sua espulsione a settembre dopo aver concluso un’indagine sul caso, ma non sono stati rilasciati ulteriori dettagli.

Durante l’indagine, Travis King ha confessato di essere entrato illegalmente in Corea del Nord “perché nutriva risentimento contro i maltrattamenti disumani e la discriminazione razziale all’interno delle forze armate statunitensi”, ha dichiarato la KCNA, l’agenzia statale della Corea del Nord.

Pyongyang ha impiegato un mese per confermare pubblicamente la detenzione di King e gli Stati Uniti hanno ammesso di aver avuto difficoltà a contattare il governo nordcoreano, con il quale non ha relazioni diplomatiche.

Prima di fuggire in Corea del Nord, King aveva trascorso 48 giorni in un penitenziario sudcoreano per non aver pagato una multa imposta a febbraio per un incidente con la polizia a Seul.

Il soldato doveva essere rimpatriato negli Stati Uniti, ma è fuggito dall’aeroporto di Seoul dove avrebbe dovuto tornare a casa, ha dichiarato il Pentagono dopo l’incidente.

I documenti di accusa, riporta il Washington Post, affermano che King ha lasciato la sua caserma in Corea del Sud senza permesso nell’autunno del 2022 e ha consumato alcolici contro le regole.

Ha anche dato un calcio in testa a un sergente durante un incidente nell’ottobre 2022 e ha chiesto foto oscene a una minorenne via Snapchat.

Sowmya Sofia Riccaboni
Sowmya Sofia Riccaboni
Blogger, giornalista scalza (senza tesserino), mamma di 3 figli. Guarda il mondo con i cinque sensi, trascura spesso la forma per dare sensazioni di realtà e di poter toccare le parole. Direttrice Editoriale dal 2009. Laureata in Scienze della Formazione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles