mercoledì, Febbraio 28, 2024

Ford Mustang: finisce la produzione di Bullitt e GT350

La Ford Mustang perde due pezzi pregiati del suo listino, la Bullitt e la Shelby GT350. Le due versioni ad alte prestazioni della pony car dell’ovale blu non fanno più parte del listino 2021, lasciando una gamma un pelino più snella. Rimangono a disposizione dei clienti tutte le altre versioni. Si comincia dalla “base” EcoBoost, con il motore 4 cilindri turbo da 2.3 litri, e la GT, con il V8 di 5 litri Coyote da 460 CV. Debutta per quest’anno la Mach 1, con sospensioni migliorate ed il Coyote potenziato a 480 CV, con la Shelby GT500 a fare da top di gamma. La GT500 eroga ben 772 CV dal suo V8 “Predator” sovralimentato da 5.2 litri.


La Ford Mustang elettrica potrebbe debuttare nel 2028


Ford Mustang, perché la Bullit esce di scena?

La motivazione sta nella presenza della Mach1. La Ford Mustang Bullitt, il cui nome e la livrea sono un chiaro riferimento alla Mustang del 1968 protagonista dell’omonimo film con Steve McQueen, è una versione potenziata della GT, con diversi particolari esclusivi. La Mach1, anch’essa remake di una versione speciale, volge la stessa funzione. Si trattava quindi di un’inutile ridondanza, la quale avrebbe compromesso i risultati di vendita di entrambe. E’ un peccato però, perché la Bullitt era davvero una gran bella Mustang.

I motivi dell’addio della Shelby GT350

Per quanto riguarda la Shelby, la sua dipartita non è una grande novità. Già l’ottobre scorso Ford aveva dichiarato che la GT350 non avrebbe avuto più un futuro. Dotata della versione aspirata del V8 5.2 della GT500, denominato “Voodoo”, eroga 523 CV, gira oltre gli 8000 rpm e suona come un dannato, grazie anche all’albero motore piatto “stile Ferrari”. Ford non ha spiegato di preciso i motivi di questo taglio, ma è plausibile che voglia concentrarsi sulla GT500, tagliando le spese sulla versione aspirata. E’ un peccato, perché con quel suono, ed il cambio manuale a sei marce, la GT350 si era costruita una reputazione di auto per la guida. E si cimentava anche nelle corse, visto che è stata la base della Mustang omologata per il FIA GT4.


Ford Mustang avrà una lunga vita


Riccardo Trullo
Riccardo Trullo
Aspirante giornalista sportivo e membro orgoglioso della famiglia Periodicodaily. La mia specialità è il motorsport, in particolare la MotoGP ed il panorama americano di NASCAR, IndyCar, IMSA. Non disdegno la F1, campionato che seguo da una vita. E già che ci sono, butto un occhio nel settore delle auto di serie.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles