Felipe Massa e l’addio definitivo alla Formula Uno

1
480

Quello del pilota brasiliano, annunciato via social nella giornata di sabato, si può definire un ri-addio alla Formula Uno, l’amore profondo di una vita intera.

Il primo vero addio infatti è avvenuto a novembre dello scorso anno quando in una conferenza stampa durante il weekend del Gran Premio del Brasile Felipe Massa ha annunciato la fine della sua carriera.

Pochissimi mesi dopo però Massa ha ritrattato le sue dichiarazioni ed è tornato pilota della scuderia Williams anche nella stagione attualmente in corso. La decisione, voluta esplicitamente da Frank Williams, è stata presa in seguito al ritiro inaspettato di Nico Rosberg, campione del mondo e pilota Mercedes, e l’assunzione al suo posto di Valtteri Bottas, pilota fino al 2016 di casa Williams.

La scuderia si ritrovava quindi a puntare tutto su un giovane e inesperto Lance Stroll e dall’altra parte, a dover occupare un sedile improvvisamente vuoto.

La soluzione migliore per tutti quindi è stata quella di richiamare il pilota brasiliano per un’altra stagione. L’addio sofferto del 2016 avvenuto nella sua patria durante il Gran Premio di Interlagos, a San Paolo, ha dato la possibilità a tutti di rievocare la sua lunga carriera durante un evento carico di commozione.

Il suo secondo addio non poteva quindi che essere annunciato proprio prima dello stesso weekend di gara, luogo perfetto per salutare i compatrioti e i fans che l’hanno seguito e sostenuto durante tutta la carriera.

Dopo una infanzia passata a bordo dei kart e a gareggiare in scuderie minori Massa si è fatto notare per il suo talento ed è passato alla categoria più competitiva e ambita del mondo, nel 2002, a bordo della Sauber. Nell’anno successivo iniziò anche la sua prima collaborazione con la Ferrari come collaudatore per la monoposto più vincente della storia.

Anche per l’Italia quindi, e non solo per il Brasile, il nome Felipe Massa rimane sinonimo di grandi emozioni: a bordo di una Ferrari rossa fiammante ha infatti disputato ben 139 Gran Premi per un totale di 8 stagioni.

Proprio durante i suoi anni passati nella scuderia italiana, dal 2006 al 2013, si è fatto conoscere e apprezzare per la sua semplicità come persona e per il suo talento come pilota.

Proprio il 2006 fu un anno decisivo per la sua carriera, il suo primo tra le grandi scuderie e allo stesso tempo l’ultimo del suo compagno di squadra: Michael Schumacher. Fu il pilota spagnolo Fernando Alonso ad aggiudicarsi il mondiale ma Massa riuscì in una impresa straordinaria proprio in quel circuito di casa sua, quello in cui ha deciso di annunciare il suo addio. Vinse infatti, a Interlagos, l’ultima gara della stagione dopo aver ottenuto la pole position e aver condotto solitario la gara, prima di lui solo un altro brasiliano era riuscito a fare la stessa cosa e si trattava della leggenda Ayrton Senna.

Altra data da ricordare nella sua carriera è sicuramente quella del 2008, anno sfortunatissimo per Massa che dovette vedersi soffiare il titolo di campione del mondo per un solo punto, all’ultima gara, da Lewis Hamilton. Risultato disastroso per la sua autostima e per quella della scuderia italiana che puntava moltissimo sul brasiliano.

Uno dei momenti veramente indelebili della sua carriera è stato quello avvenuto il 25 luglio 2009, incidente incredibile e sfortunatissimo che però non ebbe esiti drammatici come sarebbe potuto succedere. Durante la sessione di qualifica del GP d’Ungheria, a Hungaroring, Felipe Massa è stato colpito in testa da una molla di quasi un chilo mentre viaggiava a oltre 200 chilometri all’ora. La molla si era staccata a causa di una anomalia dalla vettura del pilota davanti a lui, Rubens Barrichello.

Il pilota dopo aver perso i sensi è stato subito trasportato all’ospedale più vicino e operato di urgenza a causa della commozione celebrale riportata e della frattura nella zona sopraorbitale sinistra. Le sue condizioni furono da subito ritenute gravi ma fortunatamente Felipe non fu mai in pericolo di vita e riuscì presto a rimettersi e a riprendere la sua carriera.

Dopo sette anni di vittorie e di sconfitte in Ferrari, Massa cambia scuderia e diventa parte della squadra Williams accanto al finlandese Bottas. Per annunciare la fine della sua carriera come pilota ferrarista sceglie il Gran Premio d’Italia, a Monza, luogo perfetto per ringraziare i suoi fans.

La sua carriera si chiude quindi dopo quattro anni alla Williams, con tanti podi e tante soddisfazioni ma soprattutto con l’affetto di ogni appassionato di Formula Uno che ha apprezzato e apprezzerà sempre la genuinità e la simpatia del pilota brasiliano.

“Adesso mi preparo a scrivere un nuovo capitolo della mia vita”, ha spiegato Felipe, e tutti aspettano di sapere quale sarà.

Annunci

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here