Dimagrire velocemente: problemi e conseguenze

0
308

È arrivata la primavera e con essa anche la preoccupazione per i chili di troppo. Per molte persone, soprattutto per le donne, questa è la stagione nella quale ci si inizia a mettere a dieta. L’obiettivo di molte persone è quello di perdere peso nel minor tempo possibile. Si iniziano quindo a cercare su google rimedi e diete dimagranti lampo capaci di farci perdere peso in un tempo record; qui vi troviamo un’infinità di opzioni: la dieta della luna, la dieta del bikini, la dieta dello yogurt, la dieta del gelato, la dieta delle 500 kcal, la dieta dei 7 giorni…e chi più ne ha ne metta.

Ma cosa ne pensano gli esperti della nutrizione?

Molti nutrizionisti e dietologi hanno ribadito che queste diete miracolose oltre a non dare dei risultati soddisfacenti e duraturi, mettono in pericolo la nostra salute. In questo articolo vi spieghiamo quali sono le conseguenze e gli effetti negativi di queste diete e cosa raccomandano gli esperti per raggiungere e stabilizzare il nostro peso forma senza mettere in pericolo la nostra salute.

Tra i problemi e le conseguenze di dimagrire tanto e in modo rapido vi sono:

STANCHEZZA CRONICA

Quando seguiamo una dieta e ci sentiamo stanchi o affaticati, questi sintomi indicano che c’è qualcosa che non va nella nostra alimentazione. Una dieta ipocalorica, la disidratazione e un insufficienza di calorie sono i principali responsabili della stanchezza.

CAMBIAMENTI DI UMORE

Molte persone che seguono una dieta troppo restrittiva e per un periodo di tempo più o meno prolungato sperimentano nella maggior parte dei casi emozioni negative come irritabilità, tristezza, ansia e in alcuni casi depressione.

INSONNIA

Non ingerire una quantità sufficiente delle sostanze nutritive e in particolare degli idrati di carbonio causa sintomi come stanchezza, debolezza e affaticamento. Tuttavia questa stanchezza non ci lascia dormire. Di conseguenza, andremo incontro agli spuntini e/o abbuffate notturne, sgarrando alla nostra dieta, ingerendo in molti casi quantità maggiori a quelle di cui abbiamo bisogno ed entrando in un circolo vizioso che oltre a causare un aumento di peso non fa altro che aumentare la stanchezza e la frustrazione.

EFFETTO YO-YO

Una delle più inevitabili e classiche conseguenze di queste diete restrittive è il famoso“effetto yo-yo”. Con le diete miracolose, che durano non più di due settimane in generale, si perde perso e volume a scapito del glicogeno, delle proteine, dell’acqua e dei minerali, ma non si perde nessuna quantità di grasso. Quando iniziamo una dieta restrittiva di questo tipo per perdere peso, l’organismo attiva una serie di meccanismi con l’obiettivo di compensare quel deficit di energia che gli stiamo causando. Al termine della nostra dieta recupereremo facilmente i chili persi dovuto alla reidratazione dei tessuti e poiché si aumenta l’ingestione di calorie.

PERDITA DEI LIQUIDI

Le diete lampo si basano principalmente sulla perdita dei liquidi e sulla disidratazione. In questo modo si origina una “falsa perdita di peso” che appena si riprenderà a mangiare normalmente si recupererà di nuovo. Ciò che interessa in una dieta è perdere il grasso e non i liquidi. Infatti questi tipi di diete veloci sono pericolose in quanto quando inizia a mancare una certa quantità di acqua nell’organismo, il sangue tende a diventare più spesso. Questo è pericoloso in quanto può contribuire alla formazione di coaguli nel sangue e dare inizio a problemi di circolazione.

DISTURBI ALIMENTARI

In molte occasioni le diete possono sfociare in un’ossessione per il peso e per il cibo dando origine a disturbi del comportamento alimentare come l’anoressia e la bulimia.

CONCLUSIONE

I dietologi e altri specialisti hanno confermato che queste diete troppo restrittive non sono utili in quanto non apportano nessun tipo di beneficio ma semmai non fanno altro che accentuare il problema e accrescere la frustrazione. Perdere 10 chili in un mese è possibile ma non à salutare in quanto si sottopone il corpo a un regime dietetico pericoloso e inoltre si rischia di recuperare in poco tempo il peso perduto non appena si ricomincia a mangiare normalmente. Per questo motivo, l’ideale per seguire e portare a termine una dieta dimagrante sarebbe perdere al massimo 1-2 chili alla settimana, alimentandosi in modo equilibrato e perdendo peso in modo graduale invece di seguire una dieta miracolosa pochi giorni prima delle vacanze. In questo modo eviteremo di mettere in pericolo la nostra salute, ci risparmieremo la frustrazione e il sacrificio di privarci del piacere del cibo e dimagriremo in modo sano ed equilibrato.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here