Di Maio in Qatar per rafforzare la cooperazione energetica

0
609
Di Maio in Qatar

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, è volato in Qatar per cercare di rafforzare la cooperazione nel campo dell’energia. La missione di Di Maio giunge mentre l’Italia sta cercando di diminuire la sua dipendenza dalla Russia. Nei giorni scorsi, Di Maio si era recato in Algeria.

Di Maio in Qatar: l’Italia cerca di rafforzare la cooperazione energetica?

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, insieme all’amministratore delegato di ENI, Claudio Descalzi, è volato in Qatar pe discutere di una maggiore cooperazione energetica. Il viaggio di Di Maio giunge mentre l’Italia sta cercando di ridurre la dipendenza di gas dalla Russia nel mezzo della crisi ucraina. L’Italia, infatti, usa il gas per generare il 40% della sua elettricità e le importazioni rappresentano oltre il 90% del suo fabbisogno di gas. Il 40% di queste importazioni proviene dalla Russia. Nei giorni scorsi, il premier Mario Draghi aveva ammonito i precedenti governi per non aver mai attuato un piano per diminuire la dipendenza dalla energetica dalla Russia. Draghi ha riferito di aver parlato con l’emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamad al-Thani. I due leader hanno discusso principalmente di cooperazione energetica.

Anche il ministro per la transizione energetica, Roberto Cingolani, ha affermato che l’Italia mira a tagliare rapidamente più della metà delle sue importazioni di gas dalla Russia e ad essere indipendente dalle forniture russe entro due o tre anni. In un’intervista al Corriere della Sera, Cingolani ha detto che lui e Draghi incontreranno lunedì la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen a Bruxelles per discutere di fissare un prezzo massimo per l’acquisto di forniture di gas russe.


Leggi anche: Invasione dell’Ucraina: l’ascesa di Putin grazie ai populisti