David di Donatello: la notte del cinema all’italiana

0
656

Si è conclusa nella serata di Lunedì 27 Marzo la 61° edizione dei David di Donatello, che per il secondo anno di fila si sono svolti negli studi di via Tiburtina a Roma e sono stati trasmessi da Sky e da Tv8. Il grande protagonista della serata è stato Paolo Virzì che, con ‘’La Pazza Gioia’’, ha portato a casa il premio come miglior film italiano insieme ad altri quattro titoli tra i più importanti, che comprendono: miglior attrice protagonista, miglior regia, miglior sceneggiatura e miglior scenografia, battendo, di fatto, i due tra i principali rivali di quest’anno, ovvero ‘’Indivisibili’’ di Edoardo De Angelis e ‘’Veloce come il vento ’’ di Matteo Rovere che vincono comunque sei statuette ciascuno.

A condurre la cerimonia, introdotta dal filmato ‘’Io te e David’’, è stato Alessandro Cattellan, riconfermato dopo l’anno scorso, e accompagnato da ospiti d’eccezione tra cui Manuel Agnelli, cantante degli Afterhours, che ha eseguito una propria interpretazione di ‘’Across the Universe’’ dei Beatles mentre sullo sfondo si alternavano le immagini di personaggi dello spettacolo che ci hanno lasciato lo scorso anno.

Significativo è stato il David alla carriera consegnato a Roberto Benigni che è salito sul palco dopo una breve proiezione che riprendeva alcuni tra i personaggi più celebri della sua carriera cinematografica, sfruttando un suggestivo gioco di luci e colori. Benigni ha dichiarato che il premio ricevuto ‘’è il premio più prestigioso del cinema italiano che è il più grande del mondo, abbiamo reso grande l’arte più giovane e fragile e commovente del mondo. Che voi vi sentiate immersi dalla piena della mia gratitudine, vi sento tutti amici e il cinema rende il mondo meno estraneo e nemico ’’.

Paolo Virzì è stato premiato come miglior regista e nel suo discorso di ringraziamento ha voluto omaggiare le numerose donne che hanno contribuito alla realizzazione del film. Ed è stata proprio una di queste donne Valeria tedesco, che interpreta Beatrice ne ‘’La pazza Gioia’’, a vincere il David come miglior attrice protagonista. Emozionata per il premio ricevuto, lo ha voluto condividere con Micaela Ramazzotti, che interpreta Donatella nello stesso film, concludendo il tutto con una carrellata di ringraziamenti anche simbolici.
Miglior attore è stato invece Stefano Accorsi di ‘’ Veloce come il vento ’’, il quale ha voluto utilizzare i propri 45 secondi per i ringraziamenti rivolgendo una battuta alla propria moglie e dedicando il premio alla talent scout Graziella Bonacchi deceduta due anni fa.

Gli alti premi sono stati consegnati a Valerio Mastandrea, miglior attore non protagonista per ‘’Fiore’’ di Claudio Giovannesi, Antonia Truppo miglior attrice non protagonista nel film ‘’Indivisibili’’ che l’anno scorso si era già aggiudicata un David nella stessa categoria per il film ‘’Jeeg Robot’’.

Miglior sceneggiatura è stata quella di ‘’Indivisibili’’ scritta dallo stesso De Angelis mentre ‘’La stoffa dei sogni’’ di Gianfranco Cabiddu ha ricevuto il David per la miglior sceneggiatura adattata, novità di quest’anno. Enzo Abitabile, invece, si porta a casa due premi: uno come miglior musicista ed uno per il brano ‘’Abbi pietà di noi musica’’ entrambi per il film ‘’Indivisibili’’.

Per il miglior costume a vincere è Massimo Cantini Parrini costumista del film ‘’indivisibili’’, miglior truccatore è invece Luca Mazzoccoli del film ‘’Veloce come il vento’’, mentre ‘’La Pazza gioia’’ si aggiudica il David per la miglior scenografia e per le miglior acconciature, rispettivamente a Tonino Zera ed a Daniela Tartari.

Il David giovani è stato consegnato a Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif per il film ‘’In guerra per amore’’, mentre miglior regista esordiente è stato Marco Danieli con il film ‘’la ragazza del mondo’’.

Per concludere, Indivisibili si aggiudica il David per il miglior produttore (A. De Razza e P. Verga) e invece ‘’Veloce come il vento ’’ quello per il miglior direttore della fotografia (M. D’Attanisio), miglior montatore (G. Vezzosi), miglior suono (Pr. Dir : A. Bonanni – Mic.: D. De Sa – Mont. e Creaz.: M.Perri – Mix: M. Mazzucco) e per i migliori effetti digitali (Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network)