lunedì, Maggio 20, 2024

Coronavirus. Isolamento per il Comune di Moliterno, Basilicata

Moliterno, comune di quasi 4 mila abitanti, diventa “zona rossa“. Divieto di entrata e di uscita, sospensione delle attività degli uffici della Pubblica Amministrazione fino al 3 aprile 2020. Ad esclusione dell’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.

Ordinanza necessaria dopo una serie di contagi avvenuti nel borgo in provincia di Potenza. Emanata dal governatore della regione Vito Bardi, dopo aver preso atto che, alla data del 17 marzo, è stato comunicato dal dirigente generale del Dipartimento Politiche della Persona della Regione “che sul territorio regionale della Basilicata sono stati accertati 20 contagi da coronavirus, e che il 25 per cento dei contagi in parola provengono dal Comune di Moliterno (PZ)“.

ORDINANZA

Art. 1

1.Con decorrenza immediata e fino al 3 aprile 2020, ferme restando le misure statali, regionali e commissariali di contenimento del rischio di diffusione del COVID-19, con riferimento al Comune di Moliterno (provincia di Potenza), sono adottate le seguenti ulteriori misure:

a) divieto di allontamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui ivi presenti;

b) divieto di accesso nel territorio comunale;

c) sospensione delle attività degli uffici della pubblica amministrazione, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.

2. E’ fatta salva la possibilità di transito, in ingresso e in uscita dal territorio comunale, da parte degli operatori sanitari e socio-sanitari, del personale impegnato nei controlli e nell’assistenza nelle attività relative all’emergenza da COVID-19, nonché degli esercenti delle attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali ad esse, con obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

3. E’ comunque consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

4. Salvo che il fatto non costituisca più grave reato, il mancato rispetto degli obblighi di cui al presente provvedimento è punito, ai sensi dell’articolo 650 del codice penale, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a duecentosei euro.

5. E’ soppresso il comma 2 dell’articolo 2 dell’ordinanza del Presidente della Giunta Regionale della Basilicata del 15 marzo 2020, n. 5.

Art. 2

1. La presente ordinanza è comunicata al Ministro della salute, ai sensi dell’articolo 3, comma 2, del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 marzo 2020, n. 13 e al Sindaco di Moliterno, ed è trasmessa ai Prefetti e al Presidente del Consiglio dei Ministri.

2. Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di sessanta giorni dalla comunicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.

3. La presente ordinanza, immediatamente esecutiva, è pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata e sul sito istituzionale della Giunta della Regione.

Ieri la giornata più nera in Basilicata

La Basilicata nella giornata di ieri, 16 marzo, registra il maggior numero di contagi dall’inizio dell’emergenza COVID-19. In serata cinque tamponi positivi al virus. Tre persone di Moliterno, di cui una ricoverata al reparto di malattie infettive dell’ospedale di Potenza. Si tratta di una donna di 57 anni.

Il marito della donna è un medico pneumologo dell’ospedale di Villa d’Agri. Anche lui positivo al virus. La struttura in cui presta servizio sarà sanificata in settimana e riaperta all’inizio della prossima, ma solo d’urgenza.

Scattata a Moliterno la sanificazione e la quarantena per chiunque è venuto in contatto con il medico.

Tra i contagiati di ieri anche un dirigente di un ente pubblico di Potenza e una giovane di Rapolla. Rientrata dal Nord per gravi motivi familiari. Positivo anche il marito della donna.

La mobilitazione delle amministrazioni della Val d’Agri

Numerose amministrazioni della Val d’Agri e dell’area stanno pubblicando avvisi in cui si invitano i cittadini recatosi nell’ospedale di Villa d’Agri negli ultimi 15 giorni di comunicarlo tempestivamente al medico di base o al numero regionale 800/996688. Invitano inoltre a non uscire di casa e osservare le regole dell’emergenza sanitaria.

Stesso appello per il comune di Montesano sulla Marcellana che confina con Moliterno.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles