Corea del Nord lancia il missile più potente dal 2017

0
257
Corea del Nord: nuovo test missilistico

La Corea del Nord lancia il missile più potente dal 2017. L’esercito sudcoreano ha reso noto di aver “rilevato un missile balistico a raggio intermedio sparato con un angolo spostato a est verso il Mare Orientale“. Si tratta del settimo test missilistico dall’inizio del 2022.

La Corea del Nord lancia un altro missile?

La Corea del Nord ha lanciato il suo missile più potente dal 2017. Si tratta del settimo test missilistico dall’inizio dell’anno. Secondo quanto riferito dal Joint Chiefs of Staff della Corea del Sud, il missile è stato lanciato da un’area interna settentrionale, ma non è chiaro dove esattamente sia atterrato. I Capi di Stato Maggiore di Seul hanno affermato che stimano che il missile balistico abbia raggiunto un’altitudine massima di 2.000 chilometri e abbia volato per circa 800 chilometri per mezz’ora. Inoltre, il missile sarebbe stato sparato con un “angolo ampio”, quindi non avrebbe espresso il massimo della sua gittata.

Il governo sudcoreano ha detto che Pyongyang sta seguendo una strada simile a quella del 2017, quando le tensioni nell’area aumentarono. “La Corea del Nord è vicina a distruggere la dichiarazione di moratoria”, ha detto il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, in una dichiarazione dopo una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza nazionale di Seul.

La condanna degli USA

Lo United States Indo-Pacific Command, il comando unificato delle forze armate degli USA responsabile per l’area dell’oceano, ha condannato l’azione. Washington ha espresso preoccupazione per i numerosi test missilistici di Pyongyang. Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha definito i test “profondamente destabilizzanti”. All’inizio di gennaio Washington ha sanzionato cinque nordcoreani. Secondo il Dipartimento del Tesoro erano responsabili dell’approvvigionamento di beni per il programma missilistico balistico di Pyongyang.

Leif-Eric Easley, professore alla Ewha University di Seul, ha detto all’AP che le dimostrazioni di forza potrebbero essere un segno che Pyongyang vuole il riconoscimento di altre potenze mondiali. “Vuole ricordare a Washington e Seoul che cercare di rovesciarlo sarebbe troppo costoso. Minacciando la stabilità in Asia mentre le risorse globali sono scarse altrove, Pyongyang chiede al mondo di compensarla per agire come una potenza nucleare responsabile”, ha detto Easley.


Leggi anche: La Corea del Nord conferma gli ultimi test missilistici