Bologna-Pescara 3-1. Undicesimo gol per Destro

0
536

Circa 21 mila spettatori sugli spalti del Dall’Ara per seguire Bologna-Pescara, partita valida per la 36° giornata di serie A. Rossoblù che devono cancellare la pessima sconfitta maturata ad Empoli, mentre gli Abruzzesi vogliono mettere in mostra i propri giovani nonostante la retrocessione già certa. Donadoni decide di fare esperimenti e prova per il 4-2-3-1, con Di Francesco, Krejci e Verdi alle Spalle di Destro, con un centrocampo composto da soli due uomini. Zeman si presenta con il solito 4-3-3 offensivo a caccia di reti.

PRIMO TEMPO: Bologna che va subito in gol all’ottavo minuto grazie Mattia Destro. L’attaccante insacca di testa su cross di Di Francesco. Nell’azione del gol, il portiere avversario in uscita colpisce con un pugno il bomber rossoblù, costretto a giocare per tutta la partita con una vistosa fasciatura alla testa. Il Pescara non ci sta e con Bahebeck prova a farsi sentire, il giovane attaccante in prestito dal PSG tenta un’azione solitaria ma tira a lato. Poco dopo arriva il gol del pareggio, ospiti che battono velocemente una punizione sulla trequarti in direzione di Mitrita, l’attacante pesca molto bene in area Bahebeck che sfugge a Maietta e questa volta non sbaglia. Il Bologna vuole tornare davanti e prova con Verdi la conclusione dai 25 metri, traiettoria velenosa che però viene controllata e respinta da Fiorillo.

SECONDO TEMPO: Ripresa che inizia così come era iniziato il primo tempo, ovvero con il Bologna che va in gol. Torosidis tenta un tiro da fuori area, la palla viene deviata e si impenna, il più veloce è Di Francesco che devia in gol. Pescara che si rende pericoloso nelle ripartenze, costringendo Mirante a compiere alcuni interventi difensivi importanti. La partita viene chiusa definitivamente al 91’ quando il gioiello del Bologna Okwonkwo scappa in velocità per poi servire Destro al centro dell’area e 3-1 rossoblù, via la maglietta e corsa sotto la curva, undicesima rete stagionale per l’attaccante ascolano. C’è ancora qualche minuto per far salire in cattedra Mirante, il portiere del Bologna tiene salvo il risultato con due interventi decisivi.

Bologna (4-2-3-1): Mirante, Mbaye, Maietta (57’ Krafth), Helander, Torosidis, Donsah (75’ Pulgar), Taider, Di Francesco, Verdi, Krejci (73’ Okwonkwo), Destro.

Allenatore: Donadoni

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Zampano, Fornasier, Bovo, Biraghi, Coulibaly (54’ Milicevic), Brugman, Memushaj, Caprari, Bahebeck (73’ Gilardino), Mitrita (53’Muric).

Allenatore: Zeman
Arbitro: Di Martino di Teramo
Reti: 8′ e 91’ Destro, 24′ Bahebeck, 48’ Di Francesco
Note: ammoniti Bovo, Coulibaly, Donsah.

Commenti