mercoledì, Febbraio 28, 2024

Blinken a Kabul dopo l’annuncio del ritiro delle truppe

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha fatto una visita a sorpresa a Kabul poche ore dopo che il presidente Biden ha annunciato il suo impegno a ritirare le truppe statunitensi entro l’autunno. Blinken, incontrando i leader afghani, ha ribadito l’impegno degli USA ad aiutare il governo di Kabul dopo il ritiro delle truppe.

Blinken a Kabul: cos’è successo?

Il presidente americano Joe Biden ha annunciato il ritiro completo delle truppe statunitensi dall’Afghanistan. Biden ha affermato che il ritiro inizierà il primo maggio e dovrebbe terminare entro l’11 settembre. Poche ore dopo l’annuncio del presidente, il Segretario di Stato Antony Blinken ha fatto una visita sorpresa in Afghanistan. Incontrando i leader afghani, Blinken ha ribadito l’impegno degli USA ad aiutare il governo di Kabul ad avere successo dopo il ritiro delle truppe. Secondo NBC News, Blinken ha affermato: “Volevo dimostrare con la mia visita il continuo impegno degli Stati Uniti nei confronti della Repubblica islamica e del popolo afghano. La partnership sta cambiando. Tuttavia la partnership durerà”.  

I leader presenti all’incontro c’era il presidente afghano Ashraf Ghani, che ha elogiato la decisone di Biden. Ghani ha detto: “Le orgogliose forze di sicurezza e difesa dell’Afghanistan sono pienamente in grado di difendere il loro popolo e il loro paese”.

Alcuni repubblicani sono preoccupati

Alcuni repubblicani hanno condannato la decisione di Biden. Hanno avvertito che il piano di Biden di ritirare le truppe potrebbe creare un’opportunità per le cellule terroristiche di espandersi nel paese e portare ulteriori minacce contro le nazioni occidentali. Il senatore Lindesy Graham ha affermato: “Un ritiro completo dall’Afghanistan è stupido e pericoloso. Il presidente Biden, in sostanza, avrà annullato una polizza assicurativa contro un altro 11 settembre. Una forza antiterrorismo residua sarebbe una polizza assicurativa contro l’ascesa dell’Islam radicale in Afghanistan che potrebbe aprire la strada a un altro attacco contro la nostra patria o i nostri alleati”.

Mir Rahman Rahmani, portavoce del parlamento afghano, ha riconosciuto queste preoccupazioni questa settimana. Rahmani ha detto: “È possibile che l’Afghanistan si trasformi in un’altra guerra civile o diventi un rifugio per le organizzazioni terroristiche internazionali. Ci aspettiamo che il ritiro sia basato sulle condizioni. Inoltre sia dipendente dalla pace, dalla sicurezza e dalla stabilità a lungo termine; altrimenti, la storia si ripeterà”. 


Biden annuncia il ritiro delle truppe dall’Afghanistan

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles