Bimbo scomparso nella notte tra i boschi del Mugello

0
344
Bimbo

Bimbo di due anni scompare nella notte, ricerche in corso nel Fiorentino. La famiglia vive in un casolare raggiungibile solo attraverso una strada sterrata. I sommozzatori scandagliano le acque di un laghetto.

Grande preoccupazione nel Fiorentino, dove un bimbo di poco meno di due anni, Nicola Tanturli, è scomparso da alcune ore nel comune di Palazzuolo sul Senio (Firenze), comune in mezzo in mezzo ai boschi del Mugello. Ricerche sono in corso da parte di vigili del fuoco e carabinieri. La famiglia vive in un casolare raggiungibile solo attraverso una strada sterrata e distante 2 chilometri dall’unico insediamento della zona, l’ecovillaggio di Campanara.

I genitori lo avrebbero messo a letto lunedì sera e all’alba di martedì si sarebbero accorti della sua scomparsa. Al momento l’ipotesi ritenuta più probabile è che il bambino, di 21 mesi, si sia allontanato autonomamente. La zona dove sorge il casolare è isolata, difficilmente accessibile e circondata da boschi.

Si cerca anche in un laghetto

I sommozzatori dei vigili del fuoco stanno effettuando ricerche anche in un laghetto nel territorio di Palazzuolo sul Senio. I genitori del bimbo si sono trasferiti sull’Appennino per fare gli apicoltori. La coppia, italiana, ha anche un altro figlio, di quattro anni. I bambini, abitando in una zona molto isolata, sarebbero stati abituati a muoversi in modo autonomo anche nelle immediate vicinanze dell’abitazione.

La famiglia vive a 2 chilometri dall’unico insediamento della zona, l’ecovillaggio di Campanara, dove da decenni vive una comunità dedita all’agricoltura biologica. Loro però non fanno parte della comunità. Ne fanno parte invece i vicini, una coppia di tedeschi che insieme agli altri componenti dell’eco villaggio, venuti a conoscenza della scomparsa del piccolo, si sono subito uniti alle ricerche. 

Massimo sforzo dei soccorritori prima che faccia buio – I soccorsi stanno profondendo il massimo sforzo operativo per rintracciare il piccolo nelle ultime ore di luce prima dell’arrivo della notte. La Protezione civile dell’Area metropolitana di Firenze ha schierato 18 squadre, fino a quattro persone l’una. Sul posto anche vigili del fuoco, carabinieri, forestali e personale del Soccorso Alpino che sta intervenendo sia da terra sia via aria con l’elicottero Pegaso 3 della Regione. Un campo base è stato allestito vicino all’abitazione da dove è scomparso il bimbo, in località Molino di Campanara. 

Il sindaco: “Potrebbe aver camminato per chilometri” “E’ un bambino molto attivo, molto vispo, potrebbe camminare per un chilometro all’ora, non sappiamo quanta distanza possa aver fatto – ha detto il sindaco del comune dell’Alto Mugello, Gian Piero Philip Moschetti -. Era abituato ad uscire dalla casa, a vivere all’aria aperta. I genitori lo hanno messo a letto dopo cena. Stamani si sono accorti che non c’era più e hanno dato l’allarme”. 

“L’area dove si concentrano le ricerche – ha aggiunto – è estesa e impervia con boschi e fitta vegetazione, ma l’apparato di sicurezza e Protezione civile è in azione e sono molti i volontari mobilitati, da Palazzuolo, Mugello e Firenze. Stiamo setacciando l’area, le ricerche continuano, con tutte le forze e i mezzi a disposizione. Un’intera comunità lo sta cercando”.