Austria: Kurz indagato per favoreggiamento della corruzione

I Verdi mettono in dubbio la capacità del Cancelliere di poter rimanere in carica

0
485
Austria: Kurz

Il cancelliere dell’Austria Sebastian Kurz è indagato per “favoreggiamento della corruzione”. Secondo l’accusa, Kurtz commissionò con soldi pubblici diversi sondaggi pubblicati dal quotidiano Oesterreich e dall TV privata oe24 con scopi “esclusivamente partitici” e personali. Kurtz nega ogni illecito, ma l’opposizione e i partiti di coalizione chiedono le sue dimissioni.

Austria: il cancelliere Kurz è indagato per corruzione?

Secondo quanto riportato dai media austriaci, il cancelliere Sebastian Kurz è indagato per “favoreggiamento della corruzione”. Insieme a Kurtz risultano indaganti anche stretti collaboratori del partito popolare Ovp, soprattutto dello staff stampa. L’inchiesta riguarda sondaggi pubblicati dal quotidiano “Oesterreich” e della tv privata “oe24“, entrambi di proprietà della famiglia Fellner. Il ministero delle Finanze avrebbe pagato le pubblicità sul giornale in cambio di sondaggi e copertura a favore di Kurz. Gli inquirenti vogliono anche vedere chiaro su 1,3 milioni di euro di annunci sui media dei Fellner. Kurz è indagato con l’accusa di falsa testimonianza in un caso separato. Il Cancelliere nega ogni illecito e afferma che non si dimetterà. Tuttavia queste accuse rappresentano una grande sfida politica per Kurtz.

Chieste le dimissioni del Cancelliere

I Verdi austriaci, il partito nel governo di coalizione, hanno infatti messo in dubbio la capacità del cancelliere Sebastian Kurz di rimanere in carica e hanno detto che si consulteranno con altri partiti. I Verdi, un partito di sinistra che ha fatto una campagna sulla “politica pulita”, hanno affermato di aver invitato altri partiti in parlamento per discutere i prossimi passi. Tutti e tre i principali partiti di opposizione hanno chiesto a Kurz di dimettersi alla luce delle indagini dei pubblici ministeri anticorruzione, anche se non tutti vogliono elezioni anticipate.


Leggi anche: Austria: Strache condannato per aver accettato tangenti