mercoledì, Febbraio 28, 2024

Anteprima F1: Mercedes-AMG 2023

C’è molto da apprezzare nella Mercedes quando si avvicina la stagione di F1 2023, nonostante una campagna 2022 relativamente poco brillante. La squadra di Brackley si è abituata a spazzare via tutti i concorrenti durante la precedente era turbo-ibrida, anche se la Red Bull ha lanciato una solida sfida nel 2021. Le modifiche ai regolamenti aerodinamici dello scorso anno, tuttavia, l’hanno vista cadere dalla vetta della Formula 1 per la prima volta in otto anni. La cosa peggiore è che per molto tempo il team non ne ha capito il motivo.

La progettazione della Mercedes-AMG 2022

L’auto si è inclinata in modo allarmante e non ha ispirato fiducia ai piloti. Dal punto di vista della progettazione, il team aveva adottato un approccio radicale, a differenza di quanto fatto da altri sulla griglia. Il concetto di zero-pod, in teoria, avrebbe dovuto consentire un flusso d’aria più controllabile, ma invece il pavimento non supportato ha creato problemi. Ciò significava che la vettura doveva girare più in alto e, di conseguenza, non generava lo stesso livello di deportanza che il team aveva sperato. Fin dal primo giorno, la Mercedes F1 W13 è stata compromessa e il team si è trovato a giocare d’anticipo. Questo processo ha richiesto un po’ di tempo, con il boss del team Toto Wolff che ha giustamente affermato che non aveva senso abbandonare la vettura finché non si fossero capiti i problemi, altrimenti si sarebbero facilmente replicati. Nell’ultimo terzo dell’anno, la Mercedes è riuscita a risolvere questi problemi.

La Mercedes-AMG 2023

Certo, era troppo poco e troppo tardi, ma le prestazioni sono migliorate costantemente e George Russell è diventato un vincitore di gara, un sogno irrealizzabile all’inizio della stagione. Questo dimostra che la Mercedes ha compreso il problema al punto che, pur non potendo risolvere il problema per il 2022, è stata in grado di impostare la vettura in base ai suoi difetti. In vista del 2023, ciò è promettente perché suggerisce che tutto ciò che è andato storto l’anno scorso – e il capo tecnico Mike Elliot ha detto che è derivato da una decisione presa nelle prime fasi del processo di progettazione – può essere evitato per la prossima vettura. Naturalmente, non sappiamo esattamente quando sia stata fatta questa scoperta, né quanto sia stata fondamentale per la F1 W13 e che cosa abbia significato in termini di tempistica per lo sviluppo della W14. Ma se lo stato di forma della parte finale dello scorso anno è indicativo, e se i regolamenti sono rimasti stabili (a parte alcune modifiche ai bordi del pavimento e alla gola del diffusore), la Mercedes sembra in una buona posizione. Il propulsore è forte e la vettura è affidabile. Il team di progettazione sembra essere al passo con i regolamenti. Questi sono tutti segni fortemente positivi nella colonna delle W.

Lewis Hamilton

Se a ciò si aggiungono due piloti di prim’ordine che, almeno pubblicamente, non hanno mai perso la testa, si ottiene una squadra pronta a tornare in prima linea in Formula 1. Lewis Hamilton ha dato tutti i segnali di voler tornare in pista. Lewis Hamilton ha dato tutte le indicazioni di essere motivato come sempre. Anche se ha ormai 38 anni (il suo compleanno è il 7 gennaio), rimane uno dei piloti più importanti di questo sport. Non ci sono dubbi che sia ancora fisicamente e mentalmente in grado di vincere campionati, al plurale. Nel 2022 ha galvanizzato e guidato la squadra, contribuendo in larga misura alla sua esplorazione tecnica nelle prime gare. È anche per questo che George Russell, ora vincitore di una gara, lo ha superato alla fine della stagione, ma per Hamilton arrivare secondo o 19° nel campionato del mondo non conta nulla: c’è solo un posto che conta. E Hamilton deve arrivare al 2023 come uno dei favoriti per quella corona, insieme a Russell.

La Mercedes ha la forza e l’esperienza tecnica

L’anno scorso ha imparato alcune dure verità, ma sarà più forte per questo. James Vowles se n’è andato, ma è quasi inimmaginabile che l’operazione dipendesse da lui a tal punto da fallire. La Mercedes è un’operazione di livello mondiale, una delle migliori che la F1 abbia mai visto nella sua storia, e ci sono forti segnali che indicano che è vicina al suo massimo splendore in vista del 2023. Se si considera l’incertezza che circonda la Ferrari e la penalizzazione del cost cap che grava sulla Red Bull, forse questo è ancora una volta l’anno della Mercedes.

Posizione nel campionato 2022: 3°, 515 punti

Previsione di Speedcafe.com per il campionato 2023: Campioni del mondo costruttori

Sowmya Sofia Riccaboni
Sowmya Sofia Riccaboni
Blogger, giornalista scalza (senza tesserino), mamma di 3 figli. Guarda il mondo con i cinque sensi, trascura spesso la forma per dare sensazioni di realtà e di poter toccare le parole. Direttrice Editoriale dal 2009. Laureata in Scienze della Formazione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles