Annabelle 3: terzo capitolo di una saga che sta terrorizzando il mondo

Il terzo capitolo della saga di Annabelle si tinge di colori più teen ma non perde affatto smalto. Ecco la trama e la recensione dell'attesissimo film horror...

0
478

“Annabelle 3” è un film horror del 2019, diretto e sceneggiato di Gary Dauberman. Si tratta non solo del terzo capitolo della saga di Annabelle ma anche di uno spin off della saga di The Conjuring, serie di film horror che ha del resto dato inizio ad un franchise ricco di spin off di successo. Il cast include quindi i due protagonisti di The Conjuring, Vera Farminga e Patrick Wilson, ma anche attori assenti nelle precedenti pellicole dell’intero franchise: Mackena Grace, Madison Iseman, Katie Sarife, Michael Cimino ed altri. Rispetto agli altri film della saga, questo si tinge di colori più “teen horror”, senza però calarsi completamente all’interno del sottogenere.

TRAMA: dopo aver sconfitto il demone che infesta la bambola “Annabelle”, i coniugi Warren rinchiudono il malefico giocattolo in una stanza della loro casa, creando addirittura delle protezioni supplementari vista l’enorme potenza del demone che vi si cela. Un anno dopo, tuttavia, tutti gli accorgimenti presi vengono resi vani dalle avventate gesta di Daniela, ragazza che dopo essersi furtivamente introdotta nella stanza in questione compie l’errore più grande della sua vita: liberare Annabelle. I coniugi Warren sono momentaneamente via, dunque non potranno fare niente per contenere nuovamente il male…

ANNABELLE E CHUCKY: IL VERO RAPPORTO FRA LE DUE BAMBOLE HORROR

VALUTAZIONE: con una regia davvero solida, che si sviluppa fra inquadrature molto ben studiate e jump scare non sempre prevedibili, “Annabelle 3” riesce ad unire l’anima della saga con uno stile più teen. Al centro dell’azione ci sono quindi ragazzi che, abbandonati alle loro debolezze, dovranno farsi forza da soli per combattere il male. Le performance degli attori sono notevoli, riescono a dare spessore a personaggi già ben caratterizzati in fase di scrittura ed a rendere credibili tutte le sequenze, anche quelle più fantasiose. Molto bella soprattutto la caratterizzazione di Daniela: un personaggio che in tanti film horror del passato sarebbe stato sviluppato semplicemente come ragazza irresponsabile che causa un’escalation di orrori per puro diletto, qui acquisisce invece uno spessore per via del suo passato e della maniera in cui reagisce alla vicenda. Molto interessante anche il modo in cui viene sviluppato il personaggio di Judy Warren: davvero degna erede dei protagonisti di The Conjuring, saprà dimostrare un enorme coraggio pur mantenendo una caratterizzazione credibile per una bambina. Non stona nel complesso nemmeno l’importanza data alle vicende personali dei ragazzi: in questo modo anche loro riescono a mantenere una caratterizzazione credibile nonostante le vicende a cui sono sottoposti.

Di seguito il trailer.

Commenti