Almanacco Del 24 Giugno 2021

0
159

Oggi giovedì 24 giugno 2021 (08:020)

E’ il 175° giorno dell’anno, 26ª settimana. Alla fine del 2021 mancano 190 giorni.

A Roma il sole sorge alle 04:37 e tramonta alle 19:48 (ora solare)
A Milano il sole sorge alle 04:35 e tramonta alle 20:16 (ora solare)
Luna: 3.55 (tram.) 19.56 (lev.)
Luna piena alle ore 19.40

Santi del Giorno

Natività di San Giovanni Battista (Profeta)
San Gunardo (Goardo) di Nantes (Vescovo)
San Rumoldo di Mechelen (Martire)
San Teodgaro (Presbitero)
San Teodolfo di Lobbes (Vescovo e Abate)
Sant’Eros e fratelli (Martiri di Satala in Armenia)
Sant’Orenzio e fratelli (Martiri di Satala in Armenia)
Santi Agoardo e Agilberto e compagni (Martiri)

Etimologia

 Giovanni, deriva dall’ebraico Yehohanan, composto da Yoh o Yah che è l’abbrevazione di Yahweh o Geova (nome proprio di Dio nella tradizione ebraica) e da hanan che significa “ebbe misericordia”, ossia letteralmente “Dio ha avuto misericordia” o anche “dono del Signore”. In passato veniva imposto ad un figlio atteso e desiderato da tanto tempo e nato quando ormai si erano perse le speranze.

Proverbio del giorno

Fare di un pruno un melarancio.

Aforisma del giorno

La forza trainante della matematica non è il ragionamento ma l’immaginazione. (Augustus de Morgan)

Sei nato oggi?

I nati il 24 giugno tendono a farsi assorbire completamente dalla loro vocazione o dai loro interessi professionali. I più evoluti si dedicano a progetti creativi, positivi. I nati il 24 giugno sono animati da una sorta di fervore religioso nei confronti della loro attività principale, che li porta ad imporsi una sorta di ferrea autodisciplina e a manifestare una grande capacità di concentrazione.

Oroscopo quotidiano

Oroscopo di Giovedì 24 Giugno 2021

Accadde Oggi

Enrico VIII viene incoronato Re

24 Giugno 1509

Enrico VIII viene incoronato re d’Inghilterra e signore d’Irlanda. È il secondo monarca della dinastia Tudor, succeduto al padre Enrico VII d’Inghilterra. A lui si deve la fondazione della chiesa anglicana, nata in seguito allo scisma religioso e alla separazione dalla chiesa cattolica di Roma.

Sposato sei volte e artefice della morte di alcune delle sue mogli, è detentore di un potere assoluto e incontrastato e segna fortemente le vicende del suo paese. Durante il suo regno decreta lo scioglimento dei monasteri e l’unione dell’Inghilterra con il Galles. Nel 1533 firma il Buggery Act, la prima legge contro la sodomia in Inghilterra e il Witchcraft Act del 1542 che punisce con la morte “l’invocazione o l’evocazione dello spirito diabolico”. Muore nel 1547.

Fondazione dell’Alfa Romeo

venerdì 24 giugno 1910 (111 anni fa)

Fondazione dell’Alfa Romeo: La città di Napoli ha un ruolo centrale nella storia della celebre casa automobilistica italiana specializzata in vetture sportive. Qui, nel 1906, l’imprenditore francese Alexandre Darracq passò dalla produzione di biciclette a quella di automobili, dando vita alla Società Italiana Automobili Darracq.

La lontananza dal cuore del mercato automobilistico, tutto concentrato al Nord, costrinse Darracq a spostare la sede a Milano, realizzando l’opificio del Portello. La forte concorrenza di Renault e della neonata Fiat portarono l’azienda sull’orlo del fallimento e alla successiva vendita, nel 1910, a un gruppo di finanzieri lombardi che le cambiarono il nome in “A.L.F.A.”, acronimo di “Anonima Lombarda Fabbrica Automobili”.

Cinque anni dopo entrò nel capitale della società l’ingegnere napoletano Nicola Romeo, comportando il definitivo cambio di nome in Alfa Romeo. L’epoca dei grandi successi arrivò negli anni Venti con l’ingresso di piloti del calibro di Enzo Ferrari e Antonio Ascari e con la vittoria del primo campionato del mondo di automobilismo della storia nel 1925. Altri trionfi arrivarono nel dopoguerra, rispettivamente nel 1950 e nel 1951, con le prime due edizioni del Campionato Mondiale di Formula 1.

Passata al Gruppo Fiat nel 1986, la “casa del Biscione” visse una prima fase positiva con la berlina 164 e dal 1997 la svolta decisiva con il lancio della 156, dalla linea più sportiva e dalla tecnologia innovativa. Nel 2010, a celebrazione del centenario, venne presentata la versione moderna della mitica Giulietta, risultata seconda all’edizione 2011 del premio “Auto dell’anno”.

Prima mostra di Pablo Picasso

lunedì 24 giugno 1901 (120 anni fa)

Prima mostra di Pablo Picasso: Intuito eccezionale per il talento e fiuto per gli affari spinsero il mercante d’arte Ambroise Vollard (che tre anni più tardi lancerà Matisse) a dare fiducia all’appena ventenne Pablo Ruiz y Picasso, allestendo la sua prima mostra nella Galleria in Rue Lafitte, a Parigi.

Furono venduti numerosi dipinti a prezzi bassissimi, dipinti destinati in breve a crescere notevolmente di valore.
Il sodalizio con Vollard segnerà un periodo importante dell’artista andaluso, destinato a diventare uno dei maestri della pittura del XX secolo e principale rappresentante del cubismo.

Vespucci sbarca in America

sabato 24 giugno 1497 (524 anni fa)

Vespucci sbarca in America: La palma del primo europeo a mettere piede sul suolo americano, Amerigo Vespucci la contende al collega e connazionale Giovanni Caboto, che nello stesso giorno toccò le sponde della Nuova Scozia, scoprendo di fatto il Canada; il primo, più a sud, sbarcò molto probabilmente in quella che è oggi la Colombia.

Cristoforo Colombo li aveva anticipati entrambi, ma pensava di essere sbarcato nel continente asiatico. Infatti il vero grande merito di quella prima spedizione di Vespucci, commissionata dal re Ferdinando II d’Aragona, fu di prendere coscienza, per la prima volta, che ci si trovava di fronte a un Nuovo Mondo non collegato al continente asiatico.

Un merito che gli valse l’onore di veder attribuito il proprio nome a quel continente inesplorato e ricco di fascino: l’America!

Muore Lucrezia Borgia

24 Giugno 1519

Muore a Ferrara Lucrezia Borgia, una delle figure femminili più affascinanti ed enigmatiche del Rinascimento italiano. Nata nel 1480, Lucrezia è figlia del cardinale spagnolo Rodrigo Borgia, arcivescovo di Valencia, diventato papa nel 1492 con il nome di Alessandro VI e di tal Vannozza Cattanei, di origine mantovana.

Cresce in un mondo di intrighi e di congiure. Bella e intelligente, Lucrezia sopravvive ai suoi 4 mariti e dimostra grande abilità nella gestione del potere. Nominata dal papa governatrice di Spoleto e in seguito duchessa di Ferrara, si guadagna rispetto e obbedienza. La sua vita si confonde spesso con il mito: quello di una donna desiderata da molti, traditrice e tradita, simbolo di un’epoca attraversata da complesse trame per la conquista o la conservazione del potere.

Nati in questo giorno

Renzo Arbore

data di nascita: giovedì 24 giugno 1937 (84 anni fa)

Renzo Arbore: Pugliese doc, di Foggia per l’esattezza, è stimato come uno dei pionieri dell’intrattenimento televisivo, nonché il primo disc jockey italiano della storia.

Artista poliedrico, vanta un’invidiabile carriera di showman, attore, regista e musicista, nell’ambito della quale ha dato vita all’Orchestra Italiana, con cui è ambasciatore nel mondo della musica napoletana, rivisitata e contaminata con altri generi.

Sono entrate nella storia della TV italiana le sue trasmissioni Quelli della Notte e “Indietro tutta!”, altrettanto i programmi radiofonici “Bandiera gialla” e “Alto gradimento”. Talent scout di personaggi di primo piano come Roberto Benigni, Marisa Laurito, Nino Frassica, Milly Carlucci e Maria Grazia Cucinotta, ha presieduto anche l’“Umbria Jazz”, rilanciando la manifestazione a livello internazionale.

Dagli anni Novanta è il principale testimonial della Lega del Filo d’Oro, associazione onlus che assiste le persone sordocieche. Nel 2013 è uscita la biografia “Renzo Arbore: vita, opere e (soprattutto) miracoli”, curata dal giornalista Gianni Garrucciu

Nasce Jader Jacobelli

24 Giugno 1918

Nasce a Bologna il giornalista Jader Jacobelli, direttore, conduttore e moderatore di Tribuna Politica, lo storico programma di confronto e dibattito politico della RAI. Jacobelli, che è stato autore di numerosi saggi di argomento storico, filosofico e televisivo e per molti anni, direttore del Radiocorriere, inizia la sua carriera in RAI occupandosi della rubrica radiofonica “Oggi al Parlamento”.

Il programma segue i lavori parlamentari a partire dalla prima seduta dell’Assemblea Costituente il 25 giugno 1946. Dopo aver lasciato la RAI nel 1986, Jacobelli viene chiamato come consulente alla Commissione parlamentare di vigilanza e alla Consulta sulla qualità della RAI. Muore a Roma nel 2005.

Edoardo Vianello

data di nascita: venerdì 24 giugno 1938 (83 anni fa)

Edoardo Vianello: Nasce a Roma in una famiglia predestinata alla cultura e allo spettacolo: il padre Alberto è un poeta futurista mentre il cugino Raimondo diventa uno degli attori comici e personaggi televisivi più amati dal pubblico italiano.

Dopo i primi passi nella musica con il complesso della scuola, si butta nel teatro nella compagnia di Alberto Lionello e Lauretta Masiero, recitando in due lavori su musiche di Ennio Morricone. L’incontro con l’autore musicale Carlo Rossi lo fa tornare all’antica passione e dà vita a un sodalizio artistico più che felice.

La stagione d’oro comincia dopo la partecipazione al Festival di Sanremo del 1961. L’anno successivo lancia due cavalli di battaglia, Pinne fucile ed occhiali e Guarda come dondolo, e fino al 1965 sforna solo successi, da Abbronzatissima a Peperone, passando per la storica I Watussi che, secondo le statistiche SIAE, risulta tra le 15 canzoni più eseguite in Italia.

Entrato nel guinness dei primati a maggio 2010 per aver eseguito in pubblico per la diecimillesima volta I Watussi, Edoardo Vianello figura tra gli artisti italiani che hanno venduto più dischi (60 milioni).

Jeff Beck

data di nascita: sabato 24 giugno 1944 (77 anni fa)

Jeff Beck: Un mago della chitarra con cui ha fatto la storia del rock e dell’heavy metal negli anni Sessanta e Settanta.

Nato a Sutton, borgo di Londra, Geoffrey Arnold Beck irrompe sulla scena nel 1964 e l’anno seguente prende il posto di Eric Clapton negli Yardbirds, band che porta alla ribalta del rock, insieme con un altro “virtuoso” della chitarra che risponde al nome di Jimmy Page (fondatore dei leggendari Led Zeppelin).

Solista dal 1975, il suo modo di suonare (per lo più chitarre Fender) contribuisce negli anni all’evoluzione dello strumento in chiave moderna. È quinto, dietro Keith Richards dei Rolling Stones, tra i chitarristi più bravi di tutti i tempi stilati dalla rivista Rolling Stone.

Nel 2016 pubblica Loud Hailer, undicesimo album di inediti.

Nati… sportivi

Lionel Andrés Messi

data di nascita: mercoledì 24 giugno 1987 (34 anni fa)

Lionel Andrés Messi: Nato a Rosario (Argentina), è un calciatore del Barcellona ed è il capitano dell’Albiceleste (la Nazionale di calcio dell’Argentina). Ha lontane origini italiane, in quanto il suo trisavolo Angelo Messi è emigrato da Recanati a Rosario nel 1883.

Considerato tra i migliori giocatori in attività (e il più pagato: 65 milioni a stagione, sponsor compresi) e di sempre, la pulce (il suo soprannome) dal 2009 ha vinto quattro volte consecutive il “Pallone d’oro” (premio assegnato al miglior calciatore dell’anno, considerando le prestazioni nel club e nella Nazionale) e poi nel 2015 e nel 2019.

Dal 2001 con i blaugrana, Messi ha vinto anche dieci campionati spagnoli, quattro Champions League, tre Supercoppe UEFA e tre Coppe del mondo per club. Con la Nazionale argentina ha vinto l’oro ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 e l’argento ai Mondiali di Brasile 2014.

Tra le decine di primati raggiunti, significativo quello del maggior numero di reti (91) segnate in competizioni ufficiali in un anno solare, il 2012, superando gli 85 gol del tedesco Gerd Müller (nel lontano 1972).

Francesca Dallapé

data di nascita: martedì 24 giugno 1986 (35 anni fa)

Francesca Dallapé: Nata a Trento, è una tuffatrice. In coppia con Tania Cagnotto, nei tuffi sincro dal trampolino di tre metri, conquista agli Europei dal 2009 otto medaglie d’oro consecutive e ai Mondiali l’argento a Roma 2009 e Barcellona 2013.

Il 29 luglio 2012, alle Olimpiadi di Londra, sempre nei 3 metri sincro, si ferma ai piedi del podio, classificandosi al quarto posto. A Rio 2016 conclude la carriera classificandosi al secondo posto. Come la collega Tania, successivamente riprende ad allenarsi anche in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo, poi rimandati al 2021.

Eventi Sportivi

Finisce la partita di tennis più lunga

giovedì 24 giugno 2010 (11 anni fa)

Finisce la partita di tennis più lunga: La partita più lunga della storia del tennis professionistico si è disputata nel torneo di Wimbledon 2010. John Isner e Nicolas Mahut hanno giocato per 11 ore e 5 minuti, dalle 18.18 del 22 giugno alle 16.48 del 24 giugno. Isner ha vinto 3-2 e in particolare il quinto set è terminato 70-68 (8 ore e 11 minuti, altro primato), ovvero 138 game, punteggio più alto del precedente record di 48, risalente agli US Open del 1969.

I Doodle di Google

Festa Junina

24 giugno

Festa Junina: Durante la colonizzazione portoghese, insieme alla lingua e alla cultura dei conquistatori, la popolazione brasiliana fece sua un’antica tradizione dei contadini lusitani: la festa di Sao Jao o festa junina. Festeggiata in Portogallo in corrispondenza del solstizio d’estate, dall’altra parte dell’oceano segna l’inizio della stagione dell’inverno e l’arrivo delle piogge, che per la parte nord-orientale del paese (caratterizzata da un clima arido) è un evento assai gradito, in primis per i contadini del posto. A partire da questo giorno e per due settimane è un trionfo di costumi, piatti tipici e danze, in particolare la “quadrilha”, ballata da uomini che indossano grandi cappelli di paglia e donne con lunghe trecce e lentiggini sul viso. Tradizioni raffigurate nel doodle locale (visibile in Brasile), pubblicato da Google per l’edizione 2011 della festa.

Scomparsi oggi

Lucrezia Borgia

data di nascita: martedì 18 aprile 1480 (541 anni fa)
data morte: venerdì 24 giugno 1519 (502 anni fa)

Lucrezia Borgia: Figura simbolo della nobildonna rinascimentale ed esponente di una delle famiglie italiane più potenti del XV e XVI secolo, fu un’abile diplomatica e da molti dipinta come una “femme fatale”.

Nata a Subiaco, in provincia di Roma, e morta a Ferrara nel giugno del 1519, suo padre, il cardinale spagnolo Rodrigo Borgia, divenne Papa nel 1492 con il nome di Alessandro VI. La pesante parentela e una serie di matrimoni strategici le aprì le porte di tutte le principali corti italiane: dagli Sforza di Pesaro agli Aragona di Napoli, fino agli Este di Ferrara dove, sposando il duca Alfonso I, ricevette il titolo di duchessa.

Colta e di bell’aspetto, prese parte alla rete di intrighi e alleanze che consentì ai Borgia di esercitare una profonda influenza sulla scena politica italiana. Gli aspetti oscuri legati al personaggio e alla famiglia in generale hanno alimentato una vasta letteratura e numerose opere cinematografiche e televisive. La più recente è la miniserie franco-tedesca I Borgia, trasmessa tra il 2011 e il 2013.