Allerta Meteo domani 22 Novembre: ecco l’elenco delle Regioni a rischio

0
210
Allerta Meteo domani 22

Allerta Meteo domani 22 sulle regioni occidentali dell’Italia, l’avviso di condizioni meteorologiche per domani avverse riguarda 8 regioni.

Torna il maltempo sull’Italia ed è di nuovo allerta meteo lunedì 22 novembre su molte regioni del Paese. In base alle previsioni meteo e ai fenomeni in atto, infatti, il Dipartimento di Protezione civile ha diramato per domani un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse valutando una allerta meteo Gialla in 8 regioni.

Per la giornata di domani, lunedì 21 novembre, ci sono allerte di ordinaria criticità per rischio temporali e rischio idrogeologico in diversi settori di Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Tutta colpa  dell’ingresso sulla Penisola di una nuova perturbazione in arrivo dal Mediterraneo occidentale che farà peggiorare il tempo soprattutto sulle aree tirreniche del centro sud. Per quanto riguarda le scuole, non ci sono ordinanze dei sindaci per cui domani dovrebbero restare regolarmente aperte.

Allerta gialla domani 22 novembre in 8 regioni

Nel dettaglio, l’avviso di allerta meteo diramato dalla protezione civile per il 22 novembre prevede già dal pomeriggio di oggi precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, prima sulla Sardegna, e successivamente, dalla serata, sulla Liguria. L’avviso prevede inoltre, dalla tarda serata e la notte tra domenica e lunedì precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Lazio, Campania e Molise, con particolare riguardo ai settori meridionali del Lazio, settentrionali e occidentali della Campania e occidentali del Molise. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e locali forti raffiche di vento.

Tutte le allerte meteo per  lunedì 22 novembre

Sul sito della Protezione civile troviamo come ogni giorno il bollettino di criticità per la giornata di domani, lunedì 22 novembre.

Bufere di neve: ipotesi astruse o vere proiezioni? La verità

Ordinaria criticità per rischio temporali / allerta gialla:

Abruzzo: Marsica, Bacino Alto del Sangro, Bacino dell’Aterno
Lazio: Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri
Liguria: Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro, Bacini Liguri Marittimi di Levante
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro
Puglia: Sub-Appennino Dauno, Salento
Sardegna: Logudoro, Campidano, Bacini Montevecchio – Pischilappiu, Iglesiente, Bacino del Tirso
Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico, Bacino del Fiume Simeto, Sud-Orientale, versante ionico

Ordinaria criticità per rischio idrogeologico / allerta gialla:

Campania: Piana Sele e Alto Cilento, Basso Cilento, Tusciano e Alto Sele, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Alto Volturno e Matese, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana
Lazio: Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Bacini Costieri Nord, Bacini di Roma
Molise: Frentani – Sannio – Matese, Alto Volturno – Medio Sangro
Puglia: Sub-Appennino Dauno, Salento
Sardegna: Logudoro, Campidano, Bacini Montevecchio – Pischilappiu, Iglesiente, Bacino del Tirso
Sicilia: Nord-Occidentale e isole Egadi e Ustica, Sud-Orientale, versante Stretto di Sicilia, Centro-Meridionale e isole Pelagie, Sud-Occidentale e isola di Pantelleria, Nord-Orientale, versante ionico, Bacino del Fiume Simeto, Sud-Orientale, versante ionico

Previsioni meteo domani. Secondo le previsioni meteo domani sarà una giornata con un graduale peggioramento del tempo in molte zone del Paese, in particolare quelle occidentali  comprese le due isole maggiori. L’ingresso di un’onda depressionaria sul Mediterraneo occidentale infatti avvia un peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni occidentali italiane, con temporali dalla Sardegna alla Liguria che si estenderanno a parte delle regioni tirreniche peninsulari, fino ai settori occidentali del Molise.

Fonte: Protezione Civile Italiana