sabato, Aprile 13, 2024

Al-Shabab attacca hotel sulla spiaggia di Mogadiscio

Le prime notizie suggeriscono che l’attacco ha coinvolto un’esplosione seguita da colpi di arma da fuoco. Nel frattempo, nel sud del Paese, alcuni bambini stavano giocando con un proiettile di mortaio quando questo è esploso, causando decine di vittime.

I ribelli islamisti hanno attaccato un hotel nella capitale somala, Mogadiscio, venerdì scorso, provocando uno scontro con i funzionari di sicurezza.

Il gruppo al-Shabab ha preso di mira il ricco Pearl Beach Hotel a Lido Beach, spesso frequentato da funzionari.

Non è stato confermato il numero di vittime dell’attacco.

“Le forze di sicurezza hanno salvato molte persone dall’edificio e l’operazione è ancora in corso”, ha dichiarato il governo.

Cosa sappiamo dell’attacco all’hotel?


I testimoni hanno detto di aver sentito spari ed esplosioni nell’hotel di Lido Beach. Due attentatori suicidi si sono fatti esplodere all’ingresso dell’hotel, ha riferito l’agenzia di stampa DPA, citando l’ufficiale di polizia Mohamed Dahir. Gli uomini armati hanno poi preso d’assalto l’edificio.

Anche altri ospiti dell’hotel sono stati presi in ostaggio, ha dichiarato alla DPA il funzionario della sicurezza Hassan Ali.

L’assedio all’hotel è continuato venerdì sera. L’agenzia di stampa ufficiale somala ha pubblicato su Twitter delle foto che mostrano il personale di sicurezza mentre estrae i civili.

Yaasin Nur si trovava al ristorante e ha dichiarato all’agenzia di stampa francese AFP che era “pieno di gente perché è stato recentemente ristrutturato”.

Esplosione nel sud del Paese uccide una ventina di bambini

Altrove in Somalia, venerdì, un colpo di mortaio è esploso vicino a una città nella regione del Basso Shabelle, uccidendo circa 27 persone, per lo più bambini.

I bambini stavano giocando con un proiettile di mortaio intatto che poi è esploso. Oltre 50 altre persone sono rimaste ferite.

Secondo i residenti, il proiettile inesploso è stato utilizzato dalle fazioni in guerra in Somalia.

“Chiediamo al governo e alle agenzie umanitarie di rimuovere le mine e le granate dalla zona”, ha dichiarato ai giornalisti Abdi Ahmed, vice commissario distrettuale di Qoryoley.

Al-Shabab conduce un’insurrezione jihadista contro il governo centrale somalo da oltre 15 anni.

Il gruppo jihadista legato ad al-Qaeda cerca di stabilire un proprio governo basato sulla sua rigida interpretazione della legge islamica nel fragile Paese del Corno d’Africa.

Sowmya Sofia Riccaboni
Sowmya Sofia Riccaboni
Blogger, giornalista scalza (senza tesserino), mamma di 3 figli. Guarda il mondo con i cinque sensi, trascura spesso la forma per dare sensazioni di realtà e di poter toccare le parole. Direttrice Editoriale dal 2009. Laureata in Scienze della Formazione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles