AIEA chiede una zona di sicurezza introno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia

0
416
AIEA chiede una zona di sicurezza introno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) chiede di istituire immediatamente una zona di sicurezza intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Secondo l’agenzia, i continui bombardamenti vicino alla centrale potrebbero causare una catastrofe nucleare.

Il rapporto AIEA sulla centrale nucleare ucraina

Continuano i bombardamenti vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia nonostante l’appello lanciato dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA). L’AIEA, che nei giorni scorsi ha eseguito un sopraluogo nella centrale, ha affermato di aver trovato numerosi danni. In particolare, si legge nel rapporto, sono stati danneggiati un edificio in cui viene immagazzinato il combustibile nucleare, una struttura in cui sono conservati rifiuti radioattivi e un’altra che ospita un sistema di allarme. L’AIEA chiede quindi che i combattimenti vicino alla centrale cessino all’istante prima che possa scoppiare una catastrofe nucleare.

AIEA chiede una zona di sicurezza introno alla centrale di Zaporizhzhia

L’AIEA ha anche chiesto l’istituzione di una “zona di sicurezza” per prevenire un incidente nucleare alla centrale di Zaporizhzhia. “La situazione attuale è insostenibile. È urgente adottare misure provvisorie per prevenire un incidente nucleare derivante dai danni fisici causati da mezzi militari. Ciò può essere ottenuto con l’istituzione immediata di una zona di sicurezza e protezione nucleare”, ha affermato l’AIEA. “È la prima volta che un conflitto militare si è svolto tra le strutture di una centrale nucleare di queste dimensioni. Un incidente nucleare può avere un serio impatto nel Paese e oltre i suoi confini”, ha aggiunto l’agenzia, sottolineando che nell’area dell’impianto si sono registrati diversi episodi che “hanno violato i principi di sicurezza nucleare”.


Leggi anche: Cremlino: forniture gas riprenderanno con stop sanzioni