Afghanistan: le donne si uniscono per un cambiamento

0
323
Afghanistan: le donne si uniscono per un cambiamento

Dopa riconquista del potere, i talebani hanno assicurato alla comunità internazionale che i diritti delle donne non sarebbero stati in pericolo, promettendo inizialmente che le donne avrebbero diritto all’istruzione e al lavoro. Ma il gruppo in seguito ha giustificato la sua azione contro le donne sulla base della sua interpretazione della legge islamica. Ora, le donne in Afghanistan si uniscono in cerca di un cambiamento.

Le donne in Afghanistan combattono per i diritti

Da quando i talebani hanno ripreso il potere in Afghanistan le donne stanno affrontando crescenti minacce. Quando nell’agosto del 2021 i talebani hanno preso il potere hanno cercato di tranquillizzare la comunità internazionale promettendo di difendere i diritti delle donne e la libertà di parola. Tuttavia, hanno subito rotto le promesse, imponendo limiti di movimento alle donne, introducendo codici di abbigliamento per le donne, chiudendo le scuole superiore per le ragazze e chiudendo il Ministero per gli affari femminili. Tutti questi provvedimenti hanno riportato in mente i ricordi del regime repressivo talebano degli anni ’90. Nel paese sono state chiuse anche la più grande rete di rifugi per le donne. Le donne afghane hanno così deciso di unirsi per cercare un cambiamento.

Molte donne riferiscono che per questo stanno ricevendo molte minacce di arresto. Tuttavia, raccontano che nonostante le minacce alla loro sicurezza, rimangono concentrate sulla loro missione: alzare la voce per proteggere le donne afghane che stanno affrontando una crescente emarginazione da quando i talebani sono saliti al potere. Mentre le proteste di strada guidate dalle donne in Afghanistan hanno attirato l’attenzione di tutto il mondo, dietro le quinte, le attiviste hanno costantemente costruito reti di sostegno per le donne emarginate, creando organizzazioni di base, documentando casi di violenza di genere e aprendo spazi sicuri per le donne in varie parti del paese.

La difficile situazione delle donne afghane

Gl esperti affermano però che, sebbene le donne stanno lentamente facendo passi da gigante nell’organizzarsi in Afghanistan, questi sforzi rimangono limitati nella portata e nella geografia. Inoltre non sono ancora in grado di colmare l’immenso vuoto nei sevizi alle donne nel paese. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, la conquista dell’Afghanistan da parte dei talebani ha portato a una diminuzione del 28% dell’occupazione femminile nel paese, e allo stesso tempo sono aumentati i tassi di violenza domestica, sparizioni forzate, torture di donne che manifestano pacificamente e altre forme di violenza di genere.

Talebani nessun problema con i diritti delle donne

Dal canto loro, i talebani negano che vi sono problemi con i diritti delle donne. Il mufti Abdul Mateen Qani, portavoce del governo talebano e consigliere per la politica presso il Ministero dell’Informazione e della Cultura, ha detto ad Al Jazeera che le donne sono attive in tutti i ministeri. Tuttavia, Qani ha tralasciato che anche se le donne che lavorano per il governo afghano non sono state formalmente licenziate, è stato loro impedito di entrare nei luoghi di lavoro e le loro retribuzioni sono state tagliate.


Leggi anche: Afghanistan: reintrodotte le fustigazioni pubbliche