Venerdì 17 nero tra sciopero, cattivo tempo e superstizione

0
222

Domani venerdì 17 novembre 2023 si preannuncia una giornata da bollino nero per il nostro Paese a causa della proclamazione dello sciopero che riguarda diversi settori tra cui i trasporti e la scuola, e per le pessime previsioni del tempo che annunciano l’arrivo di forti raffiche di vento e ingenti piogge. Come se non bastassero gli scioperi e le cattive condizioni meteorologiche, a condire il tutto è la data, ovvero venerdì 17, associata dalla superstizione ad eventi negativi e funesti Andiamo a capire di più come affrontare domani.

La proclamazione dello sciopero

Venerdì 17 novembre 2023 si preannuncia nero tra sciopero, cattivo tempo e superstizione. Per la giornata di domani è stato proclamato uno sciopero delle sigle sindacali CGIL e UIL che inizialmente sarebbe dovuto durare per tutta la giornata. E’ notizia di ieri la precettazione da parte del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, per cui la protesta durerà dalle 9 alle 13. Dunque ridotto da otto a quattro ore.

Ma cos’è la precettazione? Si tratta di un provvedimento straordinario che limita lo sciopero e impone alcune limitazioni ai lavoratori che aderiscono allo sciopero. Avviene dopo un tentativo di conciliazione con gli scioperanti, qualora questo non dia esito positivo.

I TG nazionali hanno trasmesso servizi con interventi del Ministro che ha affermato: “Hanno vinto il buonsenso, i lavoratori e i cittadini. Non è messo in discussione il diritto allo sciopero”. D’accordo o meno con questa scelta, sappiamo che con la precettazione i lavoratori che decidono di scioperare per otto ore, subiscono sanzioni economiche e penali.

Lo sciopero generale è una forma di protesta in cui i lavoratori di un Paese o di un’azienda si astengono dal lavoro per un periodo di tempo determinato. Il diritto allo sciopero è garantito dall’articolo 40 della Costituzione italiana che proclama: “ Il diritto di sciopero si esercita nell’ambito delle leggi che lo regolano”. Quindi riguarda lo sciopero nei servizi pubblici essenziali pur tenendo presente gli altri diritti dell’individuo. Ad esempio, come previsto, conoscere prima e per tempo sarà il giorno di astensione per non intaccare altri diritti.

Il lavoro come valore

Il lavoro permette il sostentamento a livello pratico. Ma permette di realizzarsi come persona anche per il raggiungimento del proprio benessere e della crescita. Per questo è considerato un valore. Dunque, dà un senso alla propria esistenza. Certamente va considerato che alla luce delle trasformazioni sociali e in termini di cultura e globalizzazione, è necessario il cambiamento del ruolo del lavoro.

Chi sciopera domani venerdì 17 novembre 2023?

A restare fermi domani venerdì 17 novembre 2023 saranno:

  • Gruppo FS, ovvero Trenitalia e Italo, su tutto il territorio nazionale, treni regionali compresi;
  • autobus, tram e metropolitane;
  • taxi e NCC;
  • traghetti;
  • pubblico impiego;
  • comparto scuola, istruzione e ricerca;
  • poste;
  • nettezza urbana.

Non scioperano:

  • per le ferrovie, Trenord e il personale in Piemonte e Atm a Milano, Tper a Bologna e Anm a Napoli;
  • aerei.

Previsioni meteo per venerdì 17 novembre 2023

A rendere più complicati gli spostamenti e la fruizione dei servizi, saranno le previsioni del tempo che annunciano l’arrivo di forte vento e piogge.

Quindi venerdì 17 da bollino nero anche per via del cattivo tempo.

L’Estate di San Martino ha portato bel tempo e temperature in rialzo rispetto alle medie stagionali. “L’estate di San Martino dura tre giorni e un pochino” è un vecchio detto che effettivamente possiamo notare avverarsi. Infatti le condizioni del tempo si presentano almeno per un paio di giorni, intorno all’11 novembre, cioè San Martino, stabili e con temperature miti con il loro tepore per la presenza di un’anticiclone che arriva dalle Azzorre o dal Nord Africa sull’Europa meridionale. Così, le temperature gradevoli lasceranno il posto, proprio a partire da domani, a temperature più fredde e qualche pioggia sulla fascia tirrenica dalla Toscana alla Campania che andranno poi a spostarsi verso il medio Adriatico e gran parte del Sud Italia. Anche il vento soffierà in maniera intensa, soprattutto sulle Alpi e su tutto il Centro-Sud.

Si tratta della perturbazione n°8 del mese che non lascia scampo e promette un brusco calo delle temperature anche di 4° e 8°.

La superstizione di venerdì 17 novembre 2023

La cultura popolare tramanda che il venerdì 17 sia una data sfortunata perché unisce due fattori negativi. Essi sono il venerdì, in riferimento al Venerdì Santo, giorno della morte di Gesù, e il numero 17, che non viene considerato un numero amico fino a sviluppare fobie e mettere ansie.

Circa il venerdì, esiste anche il proverbio: “Di Venere e di Marte non ci si sposa e non si parte e non si dà inizio all’arte”. Il Venerdì è il giorno di Venere, dea dell’amore e della bellezza femminile. Dunque il venerdì è sotto l’influenza della femminilità, ai tempi dell’antica Roma considerata lussuriosa e ingannatrice. Come pure era il giorno durante il quale erano stati creati gli spiriti maligni.

Mentre il numero 17 è considerato sfortunato anche dalla smorfia napoletana, dove rappresenta la ‘disgrazia’.

Tanto che ad esempio, alcune compagnie di crociera sulle navi non prevedono la presenza del ponte 17, ma si passa dal sedicesimo ponte al diciottesimo.

Caratteristiche della superstizione

La superstizione riguarda il ‘pensiero magico’. Attraverso questo l’individuo controlla la realtà attraverso dei rituali e dei comportamenti specifici che attua in una sorta di difesa da ciò che considera pericoloso. Serve perché fornisce un senso di sicurezza e fiducia a livello emotivo. Una specie di ‘rinforzo’ che può essere un oggetto da portare con sé o un capo da indossare. Come pure evitare di fare qualcosa in un dato giorno, come di venerdì o il 17, o addirittura se questi due elementi si abbinano, come accadrà domani.

Le credenze per la giornata di domani sono molteplici e il superstizioso le rispetta ogni giorno. Chi lo è di meno, svilupperà il pensiero magico soltanto in queste date che incutono maggiore timore.

Le cose da non fare il venerdì 17 sono:

  • non far cadere sale e olio sia a terra che sulla tavola;
  • non incrociare le posate sia sulla tavola che sul piatto;
  • evitare di indossare capi d’abbigliamento di colore viola;
  • non scendere dal lato sinistro del letto.
  • fermarsi se passa un gatto nero attraversandoci la strada;
  • non passare sotto a una scala aperta oppure semplicemente appoggiata a una parete.

La credenza della sfortuna di questo giorno perdura tutt’oggi.

E’ importante concentrarsi sul fatto che il venerdì 17 non ha un impatto diretto sulla quotidianità. Il rischio è di sviluppare bassa autostima e scarsa autoefficacia. Infatti, la tendenza è quella di attribuire a fattori esterni ciò che accade, e non a proprie capacità e abilità.

Conclusioni

Dunque le previsioni per domani venerdì 17 novembre 2023 sono da bollino nero per gli elementi dello sciopero, del cattivo tempo e la superstizione della data.

Sono fattori che considerati insieme creano le condizioni per una giornata che potrebbe creare non poche difficoltà soprattutto per ciò che riguarda gli spostamenti, alimentate dal cattivo tempo che impatta certamente in maniera negativa sul traffico. Inoltre, le superstizioni influenzano l’umore e il benessere personale tanto da limitare le scelte personale e generare ansia. E’ importante sviluppare la consapevolezza che possono giungere a limitare la liberà personale fino a sviluppare disturbi della personalità anche gravi.

https://www.periodicodaily.com/11-novembre-estate-di-san-martino-origine-e-usanze-della-festa/