sabato, Aprile 13, 2024

Udienza Navalny: pubblico ministero chiede multa per diffamazione

Il pubblico ministero di un tribunale russo ha stabilito che l’oppositore russo Aleksej Navalny dovrà pagare una multa pari a un equivalente di 13 mila dollari. L’udienza di Navalny di oggi riguardava un caso di diffamazione ai danni di un veterano della Seconda Guerra Mondiale di 94 anni.

Udienza Navalny: cosa ha stabilito il pubblico ministero?

Oggi si è tenuta una nuova udienza per l’oppositore russo Aleksej Navalny, per una causa di diffamazione ai danni di un veterano della Seconda Guerra Mondiale di 94 anni. Il pubblico ministero di un tribunale di Mosca ha quindi stabilito che Navalny dovrà pagare una multa pari a un equivalente di 13 mila dollari. L’oppositore avrebbe definito il veterano e altre persone apparse in un video pro-Cremlino “traditori”. Dal momento che la presunta diffamazione ha avuto luogo durante la sospensione della pena, il pubblico ministero ha chiesto che la condanna fosse convertita anche in tempo effettivo in carcere.

L’udienza di Navalny è aggiornata al 20 febbraio

Aleksej Navalny, che ha spesso utilizzato le udienze per deriderne il procedimento, ha chiesto al giudice se potesse consigliarli una ricetta per i sottaceti, dal momento che “è inutile parlare di legge” con un giudice così. L’avvocato dell’oppositore, Olga Mikhailova, ha sostenuto che le accuse fosse “artificiose e arbitrarie”. Ha anche aggiunto che la difesa era fortemente in disaccordo con le argomentazioni dell’accusa. Dopo la consegna delle arringhe finali, il giudice ha aggiornato l’udienza al 20 febbraio. Si tratta dello stesso giorno in cui Navalny dovrebbe apparire in tribunale per la sua pena detentiva in un altro tribunale.

Le parole di Dmitri Peskov

Il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov è stato interrogato dai giornalisti riguardo a un suo parere sulla situazione del caso Navalny. Peskov ha quindi risposto: “Nel nostro Paese è vietato insultare i veterani”.

Vi sono diverse accuse di diffamazione a carico di Navalny

L’oppositore de Cremlino e i suoi alleati hanno affrontato diverse sfide legali. La maggior parte di esse sono collegate dalle loro indagini sull’élite russa. Un tribunale moscovita ha appena respinto l’appello di Navalny contro una multa di 3,3 milioni di rubli. Con questi soldi l’oppositore dovrebbe pagare un’azienda alimentare nell’ambito di un’altra causa di diffamazione. Altre accuse di diffamazione a suo carico arrivano dall’uomo d’affari Yevgeny Prigozhin, soprannominato “lo chef di Putin”, il quale ha ben due procedimenti pendenti contro Navalny. Questi ultimi verranno esaminati a marzo.


Leggi anche: Navalny torna in tribunale per accuse di diffamazione

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles