giovedì, Luglio 25, 2024

Navalny torna in tribunale per accuse di diffamazione

L’oppositore russo Aleksej Navalny torna in tribunale per affrontare una nuova accusa. Navalny è accusato di diffamazione ai danni di un 90enne veterano della Seconda guerra mondiale. Secondo il dissidente si tratta dell’ennesimo pretesto per screditarlo agli occhi dei russi. Intanto crescono le tensioni tra Unione Europea e Russia. 

Perché Navalny torna in tribunale?

Il principale oppositore russo Aleksej Navany è tornato in tribunale per affrontare un altro capo di accusa. Navalny è accusato di diffamazione ai danni di un 90enne veterano della Seconda guerra mondiale. L’udienza è avvenuta poco più di una settimana dopo che il 44enne leader dell’opposizione è stato condannato a quasi tre anni di carcere. L’attivista anti-corruzione si è presentato presso il tribunale distruttale Babushkinsky di Mosca. All’esterno del tribunale vi era la polizia in tenuta antisommossa per contrastare i manifestanti pro-Navalny.

Navalny è accusato di aver descritto le persone apparse un video, tra cui il veterano di 94 anni, che promuovevano le riforme costituzionali sostenute dal Cremlino come “la vergogna del Paese” e “traditori” lo scorso giugno. Se condannato, Navalny rischia altri due anni di carcere. Durante il processo, avvenuto venerdì, Navalny ha litigato con il giudice e il pubblico ministero e ha anche deriso il nipote del veterano. Il giudice ha ripetutamente rimproverato l’oppositore per il suo comportamento.

Navalny attacca il giudice

L’avvocato di Navalny, Olga Mikhailova, ha chiesto al tribunale di consentire ai media di entrare in aula, ha accusato il giudice di parzialità e ha chiesto che sia rimosso dalla supervisione dell’udienza. Navalny, durante l’udienza, ha detto al giudice: “Smettila di vergognarti e iscriviti ad alcuni corsi per migliorare la tua conoscenza delle leggi della Federazione Russa”. L’oppositore ha poi nuovamente accusato il nipote del veterano di “aver venduto” suo nonno. Il pubblico ministero ha quindi iniziato a leggere ad alta voce la testimonianza del veterano e la corte ha ascoltato la descrizione dettagliata delle sue esperienze di guerra nell’era sovietica. Navalny ha ribattuto affermando che le memorie del veterano non avevano nulla a che fare con il procedimento nei suoi confronti.

Crescono le tensioni UE-Russia

Questo nuovo processo a Navalny torna a far crescere le tensioni tra Unione Europea e Russia. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che in caso di sanzioni Mosca è pronta a rompere le relazioni con l’UE. Lavrov ha detto: “Se vuoi la pace prepara la guerra”. Dopo le parole del ministro degli Esteri russo la Germania replica: “Dichiarazioni sconcertanti”. E il Cremlino allora fa retromarcia e dichiara: “Le parole di Lavrov sono state rilanciare fuori dal contesto dai media”. 


Alleato di Navalny esorta a protestare a San Valentino

Arresto Navalny: Biden chiede il rilascio immediato

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles