mercoledì, Febbraio 28, 2024

Tunisia: arrestata esponente dell’opposizione

Continua la repressione in Tunisia dopo che è stata arrestata un’esponente dell’opposizione. Si tratta di Abir Moussi, leader del Partito Destouriano Libero.

Arrestata esponente dell’opposizione della Tunisia

Si intensifica la repressione in Tunisia. La polizia tunisina ha arrestato la leader del partito di opposizione Partito Destouriano Libero (FDL), Abir Moussi. Moussi, apertamente critica del presidente Kais Saied, voleva presentare un appello contro le elezioni locali previste per la fine dell’anno. Il partito FDL ha affermato che Mosussi è stata costretta a salire su un’auto e portata in un centro di sicurezza in un sobborgo tunisino. Inoltre, ai suoi avvocati è stato negato la possibilità di vederla. “Quello che è successo è stato un rapimento davanti alla presidenza, e lei è trattenuta alla stazione di polizia“, ​​ha detto l’avvocato Nafaa Laribi.

La repressione in Tunisia

Dal 2021, anno in cui il presidente Saied ha sciolto il parlamento e ha iniziato a governare per decreto, diversi critici e attivisti critici di Saied sono stati arrestati. Rached Ghannouchi, leader del principale partito di opposizione, Ennahda, è stato condannato a un anno di carcere con l’accusa di incitamento e complotto contro la sicurezza dello Stato. Jawher Ben Mbarak, una figura di spicco dell’opposizione, è in carcere da sette mesi.  Tra gli arrestati dalla polizia tunisina figurano Issam Chebbi, capo del Partito repubblicano all’opposizione, Ezzedine Hazgui, eminente critico di Saied, e Chaima Issa e Jaouhar Ben M’barek, entrambi membri di spicco del Fronte di salvezza nazionale, la coalizione tunisina di partiti di opposizione.


Leggi anche: Tunisia: presidente Saied licenzia premier e congela il Parlamento

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles