Tragedia lungo la costa libica: ritrovato il corpicino di una bimba di 5 mesi

0
164

Altra tragedia nel Mar Mediterraneo, con il corpo senza vita di una bimba di 5 mesi ritrovato sulle coste libiche: i dettagli della tragedia.

Una nuova triste vicenda di cronaca ha colpito le prime pagine internazionali questa mattina. Infatti sarebbe stato ritrovato, sulle coste libiche, il corpo esanime di una bambina di appena 5 mesi. Il piccolo corpo è stato trasportato dal Mar Mediterraneo per poi essere poggiato sulle coste della Libia.

Secondo le ricostruzioni la bimba era a bordo del gommone con sopra 30 migranti, pronti ad intraprendere il grande viaggio verso le coste italiane. A causa del maltempo e delle condizioni di navigazione a dir poco improbabili per il mezzo, il gommone si è ribaltato, facendo perdere la vita ad altre 12 persone. Andiamo quindi a vedere i dettagli della triste vicenda accaduta nel Mar Mediterraneo, l’ennesima tragedia in mare.

Mediterraneo, bimba ritrovata sulle coste libiche: sono 12 le vittime

mediterraneo coste
I dettagli dell’ennesima tragedia in mare (via Getty Images)

Così questa mattina è stato riportata l’ennesima tragedia accaduta nel mar Mediterraneo, quella di altri 12 migranti che hanno perso la vita durante il “Grande Viaggio“. Il primo corpo ritrovato è proprio quello della bimba di 5 mesi. Infatti il suo piccolo corpicino, gonfio e deturbato dall’acqua è stato trovato sulle coste libiche, sulla spiaggia dello Sourman.

L’ultimo naufragio, avvenuto qualche giorno fa, ha fatto registrare altre 12 vittime, tra cui due bambini. Invece sono 18 i superstiti. Ad annunciare il ritrovamento della piccola, ci ha pensato la Mezzaluna Rossa, con la bimba che era una delle due piccole vittime. Il gommone, sempre secondo le ricostruzioni, si sarebbe rovesciato a solamente sei miglia da Zawija

A confermare quanto accaduto ci ha pensato anche il capo-missione in Libia dell’Oim Federico Soda. A segnalare il naufragio di sabato, invece, ci ha pensato il centralino Alarm Phone, contattato da un familiare di una delle persone a bordo del barcone. Durante la giornata di venerdì, invece, altre persone avevano perso la vita dopo un naufragio vicino alle coste tunisine.

Commenti