venerdì, Aprile 19, 2024

“Straordinariamente Vercelli”: la città si racconta con visite teatralizzate

Oggi a Vercelli, all’interno del palazzo arcivescovile, appena dietro al Duomo di S. Eusebio, c’è stata la presentazione dei 3 eventi di “Straordinariamente Vercelli”, i quali si terranno il 10, il 17 e il 24, con 4 visite possibili ognuno dei 3 giorni, giugno all’interno dei musei e di alcune delle chiese più belle della città. Si tratta di eventi in cui verranno portate in scena delle visite teatralizzate gratuite, durante le quali il pubblico viene condotto all’interno delle mostre grazie non solo a delle guide e a degli storici esperti, ma anche grazie all’aiuto di attori che reciteranno, con tanto di costumi, per raccontare la storia della città.

Questi incontri, tutti diretti dalla regia di Stefano Guizzi, hanno visto la partecipazione fin dalla sua prima fase, l’anno scorso, di più di 80 giovani e anche di molti over 35, i quali hanno frequentato tutti i workshop organizzati; di questi circa il 30% è ancora adesso al lavoro per preparare queste visite di giugno: chi si occupa della recitazione, chi dei costumi (con ciò vorrei citare il Museo Fanchini di Oleggio, in provincia di Novara, che ha dato la sua partecipazione grazie ai bellissimi costumi d’epoca che verranno usati per le rappresentazione), chi della scenografia e via discorrendo. Inoltre, molti dei giovani che partecipano a questa iniziativa provengono da fuori Vercelli, in quanto per la campagna di informazione gli ideatori del progetto si sono rivolti ad un’agenzia di comunicazione torinese; questo, insieme alla grande novità che un evento come questo sul territorio rappresenta, hanno attirato giovani da tutto il Piemonte e non solo!

Gli incontri saranno rispettivamente: il 10 giugno 2017, al Museo del Tesoro del Duomo (orari: 17.00-19.00-21.00-22.00), il 17 giugno al Museo Leone(orari: 18.00-19.00-21.00-22.00) e il 24 giugno al Museo Borgogna, alla chiesa di S. Cristoforo e alla ex chiesa di S. Vittore (orari: 18.00-19.00-21.00-22.00); ognuna di queste visite avrà un tema che verrà sviluppato attraverso la rappresentazione di spettacoli, in modo da rendere più dinamica la mostra; ogni fascia oraria potrà comprendere 25 partecipanti, per motivi di sicurezza, e sarà della durata di circa 40 minuti.

Nel Museo del Tesoro del Duomo si terrà la mostra medievale “Il Vercelli Book e la storia del Vescovado Vercellese”, durante la quale sarà eccezionalmente esposto il già citato Vercelli Book. Al Museo Leone verrà allestita la mostra “Anno 1939: la storia di un museo e le attese di un mondo sospeso”, dove si parlerà di Vercelli al tempo del Ventennio fascista, oggi ultimo esempio conosciuto di museografia del Ventennio e all’epoca una delle ultime città visitate da Mussolini prima della firma del Patto d’Acciaio. Infine, al Museo Borgogna (e a seguire anche a S. Cristoforo e a S. Vittore) vi sarà la mostra “Gaudenzio Ferraris e il Rinascimento Vercellese”, in cui verrà ricordato il celebre artista vercellese; inoltre, sempre il 24, la chiesa di S. Cristoforo sarà eccezionalmente aperta dalle 19.00 alle 22.30 per ammirare tutti i dipinti di Ferraris, in particolare la cappella principale della chiesa, chiamata da molti la “Sistina vercellese”.

Questo progetto ha, come finalità principale, il voler avvicinare sempre più persone al mondo dei musei e delle chiese, il voler intrattenere un nuovo tipo di pubblico con questa nuova modalità di mostre che all’estero è già per altro una realtà molto diffusa; grazie a queste mostre teatralizzate, vi sarà una profondità degli argomenti trattati che difficilmente si potrebbe raggiungere con una mostra qualsiasi, la quale molto spesso finisce per risultare poco coinvolgente. Il progetto è stato promosso dal Museo del Tesoro del Duomo, dal Museo Leone, dal Museo Borgogna e dall’Arcidiocesi di Vercelli ed è uno dei 18 progetti promossi da OPEN 2016, facente parte della Compagnia San Paolo, in collaborazione con Aurive (risorse sociali per lo sviluppo), Art in the City Milano e Abbonamento musei Torino Piemonte.

Al momento alcune delle fasce orarie sono già sold out, mentre altre hanno ancora dei posti liberi a disposizione, che potrete prenotare scrivendo a [email protected] indicando nome, cognome, recapito telefonico e numero delle persone per le quali si intende prenotare!

 

 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles