La Fondazione Marazza presenta il premio letterario Storia di Natale

Per la sezione tutte le età del concorso i testi vanno inviati entro il 31 maggio

0
223
99 anni di Gianni Rodari

Racconti sulla magia delle festività di fine anno nascono dalla fantasia dei bambini. La Fondazione Marazza di Borgomanero organizza il premio letterario Storia di Natale, un concorso aperto anche agli studenti della scuola primaria. L’iniziativa è dedicata a Gianni Rodari poiché quest’anno ricorre il centenario della nascita dello scrittore.

Il concorso ha il sostegno della Regione Piemonte, della rivista di letteratura per l’infanzia Andersen, del portale Juniorlibri.it e della casa editrice Interlinea. In omaggio a Rodari che ha usato la creatività per narrare favole per i più piccoli, i bambini delle elementari possono lavorare a scuola alla creazione di una storia ispirata al Natale. I regali, l’atmosfera gioiosa e il festeggiare insieme possono essere gli spunti per le vicende da descrivere in un racconto breve.

I migliori racconti del premio letterario Storia di Natale saranno pubblicati sul sito di Interlinea

Il premio è articolato in due categorie, oltre a quella per bambini anche quella senza limiti d’età. I più giovani devono scrivere un testo di massimo 4mila caratteri ispirato alle Favole al telefono, la raccolta di racconti in cui un padre narra delle storie alla figlia al rientro dal lavoro. Il termine per la consegna degli elaborati è il 31 ottobre. Gli altri partecipanti possono presentare un testo per bambini di 10mila battute a tema natalizio o invernale entro il 31 maggio. I vincitori vedranno pubblicati i propri testi sul sito della casa editrice, nella collana Le rane e potrebbero diventare anche un libro.
Per maggiori informazioni sul concorso consultare il bando.

Sono molti gli appuntamenti organizzati in tutta Italia per ricordare lo scrittore piemotese e le associazioni interessate possono inserire mostre ed eventi sul portale 100giannirodari. I lettori possono partecipare alla creazione di audiorecensioni dei suoi libri, commentando i testi. Sono in programma nei prossimi giorni laboratori creativi e incontri sulla lettura e la conoscenza dello scrittore.

Commenti