lunedì, Giugno 24, 2024

Stagflazione: cos’è e quali rischi corre l’automotive

In questi giorni drammatici legati alla guerra in Ucraina e alle conseguenze economiche, si sta parlando spesso di stagflazione. Il termine nasce letteralmente dall’unione delle parole stagnazione e inflazione. Si tratta, infatti, di una crescita rallentata o completamente ferma, seguita da un forte aumento dei prezzi al consumo. Dunque, un fenomeno peggiore dell’inflazione che può avere dei risvolti negativi anche sull’industria automobilistica.

Guerra in Ucraina e rischio stagflazione

Gli economisti al momento sono indecisi sul rischio stagflazione. Ad ogni modo, si ritiene che se la guerra in Ucraina dovesse andare ancora avanti per parecchio tempo (senza dimenticare ovviamente il dramma della popolazione ucraina) si potrebbe effettivamente avere questa situazione di forte squilibrio economico. Il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, ha affermato che la crescita è solida e che non c’è pericolo di cadare in una fase di stagflazione. Tuttavia, la recente mossa del governo russo di far pagare in rubli, anziché in dollari, le forniture di petrolio e di gas ha nuovamente messo in agitazione il mondo dell’economia.

Prezzi in salita: i carburanti non si fermano

Cosa potrebbe accadere al settore dell’automotive?

L’automotive sta attraversando un periodo delicato tra conseguenze della pandemia di Covid-19, crisi dei semiconduttori, rincaro delle materie prime e difficoltà nella catena di approvigionamento. Un’eventuale stagflazione, quindi, rischierebbe di dare un altro duro colpo all’intero settore. Il conflitto in Ucraina sta avendo già delle conseguenze in ottica globale. Infatti l’inflazione legata alla componente energetica è schizzata verso l’alto e ha prodotto ingenti rincari di beni alimentari e strumentali. L’industria dell’auto sta già vivendo una fase di rallentamento. Basti pensare alle pause di produzione per gli effetti della supply-chain, per l’aumento dei prezzi delle materie prime e per la crisi dei semiconduttori. Non a caso, l’offerta è in affanno in rapporto alla domanda.

Quali potrebbero essere gli interventi per tamponare l’eventuale crisi?

In caso di stagflazione, quali misure si potrebbero adottare per non far crollare i margini di profitto del 2022? Le strade da seguire potrebbero essere due: riduzione del costo del lavoro con tagli al personale, o spostamento sui prezzi finali del costo maggiorato degli investimenti effettuati per il passaggio all’elettrico. Tutto ciò però andrebbe a ricadere sul consumatore-automobilista. Questi, infatti, dovrebbe già far fronte agli eventuali effetti della stagflazione sulla vita di tutti i giorni che rischia di pesare fortemente (in termini di spesa) sulle famiglie italiane e non solo.

Patrizia Gallina
Patrizia Gallina
Patrizia Gallina è una giornalista e conduttrice sportiva presso le emittenti televisive della Liguria. Conosciuta come scrittrice, attrice, cantante e modella, è nata nella città di Genova. Ha conseguito la laurea in Scienze Umanistiche presso l'Università degli Studi di Genova. Coltivo da sempre la mia passione per l'arte, la fotografia, la moda, il giornalismo e il calcio.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles