martedì, Giugno 25, 2024

Scriba accovacciato: pezzo forte a Louvre-Lens

La prima settimana la mostra Champollion, la via dei geroglifici ha registrato 11mila presenze. Nel solo weekend di inizio, a ingresso gratuito, hanno visitato l’esposizione 7mila persone. L’Egitto affascina e le opere in esposizione, tra cui lo Scriba accovacciato, sono un motivo per recarsi al Louvre-Lens.


Geroglifici: la mostra per il bicentenario della traduzione


Cosa rappresenta lo Scriba accovacciato nel percorso della mostra?

La celebre scultura policroma è il simbolo di una società in cui la scrittura e la lettura sono le fondamenta dell’arte di governare. Lo scriba è un’opera che risale all’Antico Regno realizzata in pietra calcarea e alta circa 54 cm: il factotum indossa un gonnellino bianco e è seduto a gambe incrociate. Tra le mani trattiene un papiro in parte arrotolato e probabilmente uno stilo non presente. L’Egittologo francese Auguste Mariette l’ha scoperta a nord del Corridoio delle Sfingi del Serapeo di Saqqara nel novembre 1850. Si nota una cura particolare nella realizzazione dell’ossatura del viso e delle forme del ventre. In genere è associato alla persona di Pehernefer e collegato alla VI Dinastia.

Il pubblico dell’esposizione Champollion, la via dei geroglifici

I visitatori sono nonni che si interessano delle scoperte archeologiche incuriositi dai materiali esposti. Ci sono anche scolaresche con insegnanti che hanno deciso di approfondire l’argomento mostrando ai ragazzi i reperti dell’Egitto e i geroglifici. Il pubblico è poi composto da persone provenienti da altri luoghi che hanno raggiunto il museo per la mostra. Infatti, lo scorso fine settimana, gli organizzatori hanno regolato l’ingresso, poiché la coda era molto lunga. Le visite guidate sono poi raddoppiate per soddisfare la domanda. L’esposizione potrebbe superare il record di presenze dell’evento sul Rinascimento che ha richiamato 140.000 persone. Fin d’ora i responsabili del polo culturale si dichiarano soddisfatti dell’affluenza che ha riportato le entrate ai numeri prima della pandemia. Sarà visibile fino al 16 gennaio al Museo Louvre-Lens, da lunedì a domenica, tranne il martedì, dalle 10 alle 18.

Odette Tapella
Odette Tapella
Vivo in piccolo paese di provincia. Mi piace leggere, fare giardinaggio, stare a contatto con la natura. Coltivo l'interesse per l'arte, la cultura e le tradizioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles