Protezione dati privati: la nuova strategia di Porsche

Porsche annuncia che cambia la sua strategia sulla sicurezza dei dati privati dei clienti. Il nuovo piano si basa su quattro pilasti che puntano a tutelare ampiamente gli utenti.

0
377
Protezione dati clienti Porsche
Nuova strategia Porsche per la tutela della privacy dei clienti.

Porsche è pronta a cambiare la propria strategia sulla protezione dati con un sistema che vada a blindare la privacy dei clienti. Presto scatterà un progetto basato su quattro pilastri fondamentali per far sì che i dati dei consumatori siano ulteriormente tutelati. Fino ad oggi, l’azienda automobilistica tedesca ha sempre lanciato delle iniziative sulla protezione dati che rispondessero ai requisiti legali previsti dalla normativa generale. Adesso però si cambia.

Come sarà il nuovo piano di protezione dati dei clienti di Porsche?

Porsche ha deciso di andare oltre le regole standard di tutela della privacy per migliorare ancor di più la sicurezza dei suoi clienti. Il piano di protezione dati prevede una suddivisione della privacy in quattro sezioni. La prima riguarda le funzioni generali della strategia aziendale per il 2030. La seconda è data dai valori aziendali del marchio di Zuffenhausen. La terza comprende i principi di corretta informazione dell’OCSE e gli obiettivi basilari da raggiungere in materia di tutela delle informazioni private. La quarta sezione, infine, concerne prettamente la privacy di Porsche.

La Volvo subisce attacco informatico: quali dati sono spariti

Trasparenza e maggiore gestione da parte degli utenti

Per rendere effettiva la sua strategia sui dati privati dei clienti, Porsche dovrà intervenire per migliorare l’interfaccia utente delle sue vetture. La Taycan è stata la prima auto sulla quale è stato sperimentato un primo cambiamento con un’ampia trasparenza sull’elaborazione dei dati nei veicoli con dei controlli semplici. I prossimi modelli vedranno un ulteriore sviluppo di questa tecnologia. L’incremento della raccolta di informazioni su traffico e sicurezza ha convinto la società tedesca a fornire un’archiviazione dei dati locale e centrale più bilanciata, affinché possa essere gestita con più autonomia dal cliente. L’impegno di Porsche non riguarderà solo clientela e dipendenti, ma anche i partner commerciali e le parti interessate.

Il programma Porsche per l’elettrico

Porsche durante la presentazione dei dati finanziari del 2021 ha svelato i suoi progetti sull’elettrificazione. Il costruttore tedesco prevede di arrivare entro il 2025 ad avere la metà delle nuove vendite di modelli Plug-in e 100% elettrici. Invece per il 2030 l’azienda vuole ampliare i suoi orizzonti, con l’80% delle vendite legate alle auto totalmente elettriche. L’amministratore delegato di Porsche, Oliver Blume, ha affermato: “Nel 2025, la metà di tutte le nuove vendite Porsche dovrebbe essere rappresentata da vetture elettrificate, vale a dire a trazione completamente elettrica o ibrida plug-in. Nel 2030, la quota delle vetture nuove a trazione interamente elettrica dovrebbe superare l’80%”.