Pesante peggioramento autunnale: rischio alluvioni lampo

0
149
Pesante peggioramento

Rischio alluvioni lampo METEO con pesante PEGGIORAMENTO autunnale. Nubifragi a non finire

Settembre è un mese capace di tutto, sia di indossare abiti estivi sia di travestirsi pesantemente d’Autunno. L’una o l’altra soluzione dipendono da una serie di fattori che, anno dopo anno, condizionano il quadro meteo climatico non soltanto dell’Italia ma dell’intero emisfero settentrionale. Quest’anno, ve ne sarete accorti, c’è un po’ di tutto: l’instabilità, il sole, il fresco, il caldo, i temporali, l’afa. Però sapete cosa conta di più? Ciò che è accaduto nei mesi passati. Sì, perché le estati degli ultimi decenni non sono più quelle di una volta, niente affatto. Rischiamo di ripeterlo sino alla nausea, fatto sta che l’Anticiclone delle Azzorre è stato letteralmente spazzato via dall’Anticiclone Africano.

Anticiclone Africano significa caldo, ma non un caldo qualsiasi, stiamo parlando di caldo folle, di caldo estremo, di caldo record. E’ stato così anche nel 2021 e il calore in eccesso non può non rappresentare un elemento di disturbo. Perché al minimo accenno di peggioramento si scatena il finimondo. Anzi, a volte bastano pochi spifferi d’aria umida per generare un gran trambusto. I due vortici ciclonici delle prime due settimane di settembre si sono alimentati dell’energia termica mediterranea, destinando severissimi temporali in alcune regioni d’Italia. Temporali e nubifragi, temporali e grandinate, temporali e colpi di vento. Tutto finito? Neanche per idea. Purtroppo le prospettive sono tutt’altro che rosee, sia per quanto riguarda il breve termine sia per quel che concerne il medio e lungo periodo.

Italia a rischio per almeno 2 motivi: ottobre e novembre pericolosi

Il perché dell’allerta meteo dopo gli eventi mortali della Francia

Buco Ozono in allargamento di nuovo grandissimo: che sta succedendo?

Ci sta, sia chiaro. Stiamo procedendo a passi spediti verso il vero Autunno, che ricordiamolo esordirà ufficialmente anche astronomicamente tra non molto. Tornando al breve termine, occhio a domenica perché dovrebbe transitare un vortice ciclonico sul Mar Ligure. Pessima notizia, perché nelle mappe più dettagliate vengono proposte piogge localmente violente. Potrebbero verificarsi non pochi nubifragi, anche in qualche zona del Centro Italia. Poi ci sarà una pausa, ma nel frattempo avverranno profondi cambiamenti a livello europeo. Profondi perché si vedrà il freddo, sì avete letto bene, il primo vero freddo stagionale. Punterà l’Italia? Beh, stando agli ultimissimi aggiornamenti dei vari centri di calcolo sì, potrebbe avere dei riflessi anche su di noi.

Potrebbe sfruttare una nuova struttura ciclonica secondaria, anch’essa proveniente da ovest – leggasi Oceano Atlantico – per poi fungere da calamita per il freddo nordico. Ed ecco che a quel punto potrebbe realmente scatenarsi un putiferio di maltempo, cattivo o cattivissimo, pienamente autunnale sia in termini termici che in termini precipitativi. Insomma, avremo tutti gli ingredienti per un avvio autunnale estremamente esplosivo.

Fonte: Meteo Giornale