Perseverance rover: è lui il vero marziano

0
194
Perseverance rover:

Il Perseverance rover, che la NASA ha inviato su Marte, è il più tecnologicamente avanzato di sempre. L’Agenzia spaziale ha fatto le cose in grande. Basti pensare che ha dotato il piccolo esploratore di un vero e proprio laboratorio scientifico.

Perseverance rover: un concentrato di tecnologia

Il Perseverance rover della NASA è dotato del laboratorio scientifico più avanzato mai portato su un altro pianeta. Il piccolo astronauta robot potrà analizzare a fondo qualsiasi roccia e terreno che preleverà. La NASA ha in mente di riportare sulla Terra i campioni che Perseverance prenderà e lo farà tramite la missione Mars Sample Return. La NASA, che collaborerà con l’Agenzia spaziale europea (ESA), ha compiuto passi avanti in questo senso. Le agenzie spaziali hanno deciso, di comune accordo, di affidare il contratto Mars Ascent Propulsion System (MAPS) alla Northrop Grumman Systems.

La missione Mars Return

Il Perseverance rover trascorrerà i prossimi due anni a cercare segni di vita microbica. Qualora dovesse trovare rocce di qualche interesse, le metterà in vasi “iper-sterili”. Le trasferirà poi in tubi e le immagazzinerà all’interno del corpo del rover. La missione Mars Return prevede l’invio di due veicoli spaziali su Marte. Uno incontrerà il rover e raccoglierà i campioni, quindi decollerà per orbitare intorno a Marte. Il secondo veicolo lo intercetterà e lo riporterà sulla Terra. Il piano originale prevede che i campioni arrivino sulla Terra entro il 2031.

Il costo della missione

Il contratto con la Northrop Grumman vale fino a 84,5 milioni di dollari, a fronte di un budget di 3,3 miliardi di dollari (costo previsto per l’intera missione). Data la complessità del progetto, i costi e mettiamoci anche i possibili imprevisti e relativi ritardi, la data prevista potrebbe slittare.

Commenti