lunedì, Marzo 4, 2024

Nuova Zelanda: sparatoria a Aukland, tre morti

Sparatoria a Aukland, in Nuova Zelanda. Tre persone sono morte e sei sono rimaste ferite. La sparatoria è avvenuta poche ore prima della partita di apertura della Coppo del mondo di calcio femminile.

Sparatoria a Aukland, Nuova Zelanda

È di tre morti e sei feriti il bilancio della sparatoria avvenuta a Aukland, in Nuova Zelanda. La sparatoria è avvenuta poche ore prima della partita di apertura della Coppo del mondo di calcio femminile.  Il primo ministro Chris Hipkins ha detto che il torneo di calcio procederà come previsto, aggiungendo che la sparatoria sembra essere stata l’azione di un individuo e che la polizia non sta cercando nessun altro in relazione all’incidente. “Non c’era alcuna motivazione politica o ideologica identificata per la sparatoria e quindi nessun rischio per la sicurezza nazionale”, ha detto Hipkins durante un briefing televisivo con i media. “Non ci sarà alcun cambiamento nel livello di minaccia alla sicurezza della Nuova Zelanda, anche se ci sarà una maggiore presenza della polizia in città”, ha aggiunto.

Il commissario di polizia Andrew Coster ha detto che l’uomo armato non è stato identificato formalmente, ma si ritiene che sia un maschio di 24 anni che era impiegato nel cantiere in cui è avvenuta la sparatoria. L’uomo era ai domiciliari e munito di braccialetto elettronico, ma ha avuto un’esenzione per lavorare nel cantiere. “L’individuo è noto principalmente per la storia di violenza familiare. Non c’è nulla che suggerisca che abbia presentato un rischio di livello superiore a quello indicato da quella storia”, ha detto Coster.

Il giovane, secondo i media locali, è entrato sparando poco dopo le 7 in un edificio in ristrutturazione nel centro commerciale CBD, seminando il panico tra gli operai del cantiere. “Dopo aver raggiunto i livelli superiori dell’edificio, l’uomo si è rinchiuso all’interno del vano ascensore e il nostro staff ha tentato di interagire con lui. L’uomo ha sparato altri colpi e poco tempo dopo è stato trovato morto”, ha detto la polizia.

I mondiali di calcio inizieranno come previsto

La sparatoria è avvenuta vicino all’hotel della squadra norvegese nel centro di Auckland e diversi giocatori si sono rivolti ai social media per riferire di essere al sicuro. “Sembra tutto calmo e ci stiamo preparando normalmente per la partita di stasera”, ha detto il capitano della Norvegia Maren Mjelde al quotidiano norvegese Verdens Gang.  “La FIFA è stata informata che si è trattato di un incidente isolato non correlato alle operazioni calcistiche e la partita di apertura di stasera all’Eden Park si svolgerà come previsto”, ha dichiarato la FIFA in una nota a Reuters.


Leggi anche: Australia contro Twitter: troppo odio sulla piattaforma

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles