Nuova ordinanza della Regione Lazio: mascherina all’aperto

Nuova ordinanza di zingaretti nel Lazio per frenare il numero dei contagi. Mascherina obbligatoria in tutta la regione e per tutto il giorno

0
413
Nuova ordinanza della Regione Lazio

La nuova ordinanza della Regione Lazio è attesa per le prossime ore. Mancano solo le firme, come indicato dall’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato durante la conferenza stampa all’ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma. Sarà obbligatorio indossare la mascherina all’aperto sempre. Per tutto il giorno. Sia a Roma che in tutto il Lazio. L’ordinanza si è resa necessaria visti i nuovi risultati dei tamponi effettuati. Ieri un nuovo record di casi. 265 nuovi contagi. 151 solo a Roma.

Quindi disposto l’obbligo dal 3 ottobre e su tutto il territorio regionale del Lazio di indossare la mascherina all’aperto. Durante tutto l’arco temporale della giornata. Previste sanzioni di 400 euro per il mancato uso della mascherina.

Questa ordinanza non esclude ulteriori strette future, al fine di contenere il numero dei contagi. Infatti, secondo D’Amato, oltre all’uso delle mascherine all’aperto e durante la giornata si potrebbero applicare anche dei mini lockdown di quartiere se necessario.

Esclusi da questo nuovo provvedimento:

  • bambini con età inferiore ai sei anni;
  • chi soffre di patologie incompatibili con l’uso della mascherina;
  • persone che praticano attività motoria e/o sportiva.

Nuovo ruolo delle farmacie nel Lazio previsto nella nuova ordinanza della Regione Lazio

Inoltre la nuova ordinanza della Regione Lazio prevede l’acquisto di ulteriori 100000 o più dosi di vaccino antinfluenzale, vista la massiccia richiesta. La nuova fornitura verrà distribuita alle farmacie che si occuperanno della vendita e dell’inoculazione. Chiaramente ad un prezzo congruo. Attraverso un servizio organizzato da tali attività. Le farmacie naturalmente applicheranno un prezzo per il servizio, prendendosi anche la responsabilità di tale operazione. Come attualmente fanno i laboratori diagnostici.

Commenti