sabato, Febbraio 24, 2024

Navi e attrezzature specializzate provenienti da Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Francia sono state inviate per contribuire alla ricerca del sommergibile Titan scomparso

Una flotta mondiale di navi è stata inviata nelle ultime 48 ore nell’Oceano Atlantico nel tentativo estremo di salvare le vite di cinque persone intrappolate nel sottomarino Titanic, come mostra un grafico.

Navi e attrezzature specializzate provenienti da Stati Uniti, Regno Unito, Canada e Francia sono state inviate per aiutare la ricerca del sommergibile Titan scomparso, che domenica era partito per visitare il famoso relitto del Titanic.

Cinque turisti hanno pagato circa 200.000 sterline alla OceanGate Expeditions per quello che avrebbe dovuto essere un viaggio di otto ore, ma hanno perso il contatto circa 90 minuti dopo essersi immersi domenica.

Le ricerche sono giunte a un punto critico, poiché la vitale riserva di ossigeno a bordo si è esaurita.

Tuttavia, gli esperti affermano che il numero di scorte di ossigeno è una stima imprecisa e potrebbe essere ampliato se i passeggeri hanno adottato misure per conservare l’aria respirabile.

E nessuno sa se siano sopravvissuti o meno da quando il sottomarino è scomparso domenica mattina.

Hamish Harding, un avventuriero miliardario britannico, è tra le cinque persone a bordo del Titan.

Con lui ci sono padre e figlio pakistani di origine britannica, il 48enne Shahzada Dawood e il figlio 19enne Sulaiman.

Insieme al pilota francese di sommergibili Paul-Henry Nargeolet, noto come “Mr Titanic” e a Stockton Rush, fondatore di OceanGate Expeditions.

Una funzione di riproduzione di MarineTraffic ci permette di vedere i movimenti della nave di salvataggio nelle ultime 48 ore.

L’ultima aggiunta alla flotta comprende un sommergibilista britannico e attrezzature di un’azienda del Regno Unito.

Un portavoce del No 10 ha dichiarato: “Su richiesta della guardia costiera statunitense, il Regno Unito ha incorporato un sommergibilista della Royal Navy per assistere le operazioni di ricerca e salvataggio del sottomarino scomparso”. Si tratta del capitano di corvetta Richard Kantharia”.

È stato inoltre inviato un C17 Globemaster che trasporta attrezzature commerciali specializzate per aiutare le operazioni di ricerca e salvataggio.

La nave da ricerca francese L’Atalante è arrivata nella zona di ricerca intorno alle 2 del mattino GMT e trasporta l’importantissimo Victor 6000.

Il Victor è un sottomarino robotico telecomandato senza equipaggio che può raggiungere profondità di 20.000 piedi e ora ha ufficialmente raggiunto il fondo del mare.

Sul posto sono presenti cinque navi, tra cui due navi private per la posa di cavi d’alto mare e due navi della Guardia Costiera canadese. La Polar Prince, che è la nave che ha messo in acqua il Titan domenica mattina, è stata scelta dai coordinatori americani come centro di comando congiunto per questa operazione.

C’è anche un argano specializzato per le profondità marine, in grado di trascinare oggetti pesanti dal fondo dell’oceano.

Sowmya Sofia Riccaboni
Sowmya Sofia Riccaboni
Blogger, giornalista scalza (senza tesserino), mamma di 3 figli. Guarda il mondo con i cinque sensi, trascura spesso la forma per dare sensazioni di realtà e di poter toccare le parole. Direttrice Editoriale dal 2009. Laureata in Scienze della Formazione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles