Multe: da gennaio 2023 rischio aumenti dell’11%

L'aumento dell'inflazione dovrebbe comportare anche un incremento delle multe per violazioni del Codice della Strada. Si parla di una percentuale del +11%.

0
186
Aumenti multe 2023
Da gennaio 2023 rischio multe più salate (screenshot Instagram).

Le multe per le violazioni del Codice della Strada da gennaio 2023 potrebbero diventare ancor più salate. Si teme, infatti, che con l’arrivo del nuovo anno possano esserci dei significativi incrementi. È quanto riportato e denunciato da Simone Baldelli, ex deputato di Forza Italia e già presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sui consumatori. Il politico romano ha spiegato perché, senza un intervento tempestivo da parte del governo, si andrà incontro a questi preoccupanti rincari.

Perché le multe dovrebbero essere più care da gennaio 2023?

Simone Baldelli, nello spiegare perché con l’inizio del nuovo anno potrebbero esserci degli incrementi nelle tariffe delle multe auto, ha citato l’articolo 195 del Codice della Strada, che prevede: “La misura delle sanzioni amministrative pecuniarie è aggiornata ogni due anni in misura pari all’intera variazione, accertata dall’Istat, dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi nei due anni precedenti”. L’aumento recente dell’inflazione, quindi, comporterebbe un rialzo dei costi delle sanzioni.

Bollo e multe: importanti novità nelle cartelle esattoriali

L’appello di Baldelli al Governo Meloni

Su Twitter Baldelli ha quindi affermato: “Questo significa che, in assenza di diverse disposizioni, il 2023 si aprirà con un rialzo delle multe per violazioni stradali, aumento parametrato al tasso di inflazione”. A questo punto, l’ex deputato ha lanciato un appello al Governo Meloni: “Di questi tempi è già abbastanza difficile affrontare l’inflazione a due cifre. Chiedo a governo e Parlamento una norma per bloccare al più presto il sostanzioso aumento degli importi delle multe stradali previsto per le prossime settimane”.

I dati sugli aumenti delle contravvenzioni

Il Codacons ha fatto una prima stima su quelli che dovrebbero essere i rincari delle multe a partire da gennaio 2023. L’associazione dei consumatori ha scritto: “Con un aumento degli importi delle sanzioni nell’ordine del +11%, la multa per il divieto di sosta salirebbe a 46 euro da gennaio 2023, con un rincaro di 4 euro; quella per l’uso del cellulare alla guida a 183 euro (+18 euro); la multa per accesso vietato alla ZTL a 92 euro (+9 euro), mentre per il superamento dei limiti di velocità di oltre 60 km/h la mazzata raggiungerebbe i 938 euro (con un incremento di 93 euro rispetto agli attuali 845 euro)”.