Mitchell: una scrittrice da Premio Pulizer

0
169
Mitchell
Mitchell

Uno dei romanzi che ha conquistato maggiormente il cuore e le anime dei suoi lettori è certamente Via col vento di Margaret Mitchell.

Quando la Mitchell vinse il Pulizer?

Il riconoscimento per questa preziosa opera è stato conferito all’autrice il 3 maggio 1937, quando ha ricevuto l’ambito Premio Pulizer. Il romanzo della Mitchell era stato pubblicato e diffuso appena un anno prima, nel 1936. È superfluo dire che il successo fu immediato. In due settimane gli scaffali delle librerie americane si ritrovarono assalite da tutti coloro che bramavano il nuovo libro, un vero e proprio caso editoriale.

Il film

Non ci volle molto prima che David O. Selznick si aggiudicasse i diritti cinematografici. Otto Premi Oscar sono solo la conferma di quanto il lavoro della Mitchell è splendidamente accettato e apprezzato. Acclamato sia dal pubblico dei lettori sia dal pubblico in sala che ne rimase semplicemente ammaliato.

La trama del capolavoro della Mitchell

Così viviamo e vediamo anche noi con gli occhi tormentati di Rossella prima l’amore non corrisposto per Ashley Wilkes, i racconti del prode avventuriero, il terrore di una guerra imminente. Questo porterà a un rapido quanto prematuro matrimonio di Ashley con Melania e di Rossella, per ripicca, con il fratello della sposa del suo precedente amato, Charles. Gli uomini partono per la Guerra di Secessione e Rossella, in seguito alla morte del marito, si avvicina all’avventuriero Rhett Butler, anche se non ne è realmente attratta. La desolazione, la povertà e gli orrori della battaglia porteranno la risoluta Rossella a cambiare la sua vita per riscattare ciò che prima era appartenuto alla sua famiglia. Descritto nel libro molto chiaramente è il comportamento degli schiavisti del Sud. Intanto si giunge al secondo matrimonio con Frank Kennedy da cui avrà una bambina ma che morirà anche lui a sua volta. Il cuore di Rossella è chiaramente ancora di Ashley. Lei decide, tuttavia, di sposare Rhett poiché comprende che, in fondo, anche lui ha un cuore capace di accettarla così com’è.

Il finale

Il tutto sembra andare bene ma l’idilliaca felicità è distrutta dalla morte della figlia dei due, aggravata dal fatto che Rossella continua a pensare ad Ashley. Nonostante tutto la donna si accorge che l’uomo che realmente ama è Rhett ed è decisa a riconquistare il suo cuore nonostante lui l’abbia abbandonata; del resto, come ci insegnano Rossella e la Mitchell: “Domani è un altro giorno”.

Via col vento resta un capolavoro indiscusso da leggere e riscoprire.

Commenti