Miata vs Supra: un duello forza quattro (cilindri)

Confronto tecnico tra la Mazda MX-5 e la versione entry level della Toyota Supra

0
189
miata supra

La Mazda MX-5, nota come Miata in Giappone e negli USA, è una sportiva fantastica, ma ha trovato nella nuova Toyota Supra pane per i suoi denti. Per il 2021, la casa giapponese ha aggiunto una versione entry level alla sua coupè, dotata di un 2.0 turbo quattro cilindri. Due motori simili in due vetture che simili lo sono solo in apparenza. Infatti, appartengono a due filosofie diverse, anche se puntano ad un obiettivo comune: il piacere di guida. Mettiamole a confronto, per capire quale delle due è la migliore.

Come sono fatte la Miata e la Supra?

Cominciamo dalla Mazda, la meno recente sul mercato. La Miata adotta un motore quattro cilindri aspirato, lo SkyActiv 2.0 da 181 CV. Il motore, che ha 16 valvole, è accoppiato ad un cambio manuale a sei rapporti che è di serie, merce rarissima di questi tempi. Una trasmissione automatica è disponibile, ma è opzionale. Il telaio è piuttosto tradizionale, con il tetto rimpiazzato da una banalissima capote in tela ripiegabile elettricamente. Per chi cerca un pelino di comfort in più, può optare per la versione RF, dotata di tettuccio rigido ripiegabile. Il peso è limitato a soli 1060 Kg: è un kart a due posti!

La Supra è fatta di tutt’altra pasta. Intanto, è una coupè e non una scoperta, quindi ha un telaio con rigidità diverse. Il pianale è condiviso con la BMW Z4, dalla quale eredita anche il motore. Il quattro cilindri è di due litri, come sulla MX-5, ma ha un turbo e l’iniezione diretta. La cavalleria è assai maggiore, 255 CV, che muovono un peso di 1441 Kg. Il cambio è un automatico ZF ad otto rapporti, con una gestione elettronica all’avanguardia. Come sulla Mazda, la trazione è posteriore.

Qual è la migliore?

Dipende dai punti di vista. La Mazda pesa meno rispetto alla Toyota, è meno complicata e più agile. Ma è molto meno potente, ed ha meno personalità dal punto di vista estetico. La Supra può contare su una maggiore cavalleria, ma anche qualche Kg di troppo rispetto alla Miata, cosa che la rende meno agile nei cambi di direzione. E soprattutto, ha molta più elettronica che può “filtrare” le sensazioni al volante. Ma sono entrambe molto valide.

In conclusione, piuttosto che chiedersi quale sia la migliore, bisogna domandarsi quale delle due sia la più adatta ai nostri gusti. Se amiamo la guida “dura e pura”, l’esperienza analogica, e vogliamo spendere meno, la Mazda è la scelta migliore. Se invece vogliamo solo la prestazione, o siamo amanti della tecnologia, ecco che la Supra diventa la scelta da fare. Ma bisogna mettere mano al portafogli: la Supra 2 litri parte da 54.950 €, mentre per la MX-5 bastano 31.257 €. Perché va bene scegliere con il cuore, ma bisogna anche pensare all’economia…


Toyota Supra, generazioni di fenomeni a confronto (video)


Commenti