Messico – Sono ore di angoscia per i familiari di Raffaele Russo (60 anni), Antonio Russo (25 anni) e Vincenzo Cimmino (29 anni) napoletani, tutti appartenenti allo stesso nucleo familiare. I tre si sono trasferiti qualche anno fa in Sud America per fare fortuna. Non si hanno più tracce dal 31 gennaio scorso. La Farnesina, riferiscono i familiari, sta seguendo il caso in comune accordo con le autorità locali. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo.

La vicenda

I tre erano nella città di Tecaltilan, il primo a sparire nel nulla sarebbe stato Raffaele. Due ore dopo Antonio e Vincenzo, si sono recati sul luogo dove il sessante avrebbe noleggiato un auto, e da li l’ultima sua posizione gps. I due giovani, successivamente, si sono fermati in un distributore a far benzina quando sono stati avvicinati da diversi poliziotti i quali, hanno intimato loro di seguirli. Antonio, pare che abbia mandato un messaggio a suo fratello Daniele, anch’esso in Messico. I familiari hanno tentato di contattare le autorità locali, le quali, hanno dapprima dato una versione poi smentita in un secondo momento. Ad oggi non è pervenuta alcuna richiesta di riscatto ma, non si esclude la pista del rapimento. I familiari escludono la pista del narcotraffico.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here