Mario Festa e il sogno della pace

0
273

Mario Festa e il sogno della pace in tempo di guerra e il nuovo titolo per le sue nuove poesie. Ne riportiamo il pensiero:”Viviamo un tempo difficile, di crisi sociale, economica, sanitaria e spirituale. Sono in declino i grandi valori della vita. Si pensa eccessivamente al divertimento, alla soddisfazione dei mondani effimeri piaceri. Si dà molto valore all’immagine, all’esteriorità, si fa a gara sui social per totalizzare sempre più “like”. Si dà poco valore alla spiritualità. Non siamo ancora, completamente usciti dalla terribile pandemia e già si presente un altro tragico evento: la guerra tra la Russia e l’Ucraina, che minaccia il Mondo. La guerra è l’inferno dei Popoli. La violenza, da sempre, è un male che affligge l’umanità. Si può dire che nasce con i fratelli Caino e Abele. La violenza nasce dall’odio, dalla gelosia, dall’invidia. Molti uomini si servono della violenza per soddisfare la sete di potere, il desiderio di vendetta o per risolvere controversie sociali, La violenza è un “mostro”, che distrugge, non costruisce”.

Mario Festa e il sogno della pace: le poesie

IN QUESTA NOSTRA SOCIETA’

In questa nostra società
scorrono fiumi di violenza,
c’è confusione,
dilaga la corruzione,
la gente non vuol sentir parlare
d’amore e di perdono,
di pace e solidarietà.
In questa nostra società
è “scomoda”
la sensibilità.

VIOLENZA

Violenza, ogni giorno,
di più ti diffondi nel mondo,
cresce la tua forza distruttiva.
Violenza, sei sempre viva…
Tu, alberghi nei cuori malati
di odio, di vendetta e d’invidia,
nei cuori assetati di ricchezza e di potere.
Violenza sei tanto schifosa,
tu spingi tanti uomini a far terribili cose.
Violenza, tutto rovini,
ove sei tu,
il bello non c’è più;
tu semini terrore, spazzi via la vita.
Violenza continuamente
sporchi il mondo di sangue,
dispensi, senza risparmio, dolore.
Violenza, per colpa tua, piangon
padri, mamme e figli…
Violenza, tu neghi l’armonia,
la pace e l’allegria,
combini solo guai.
Violenza, se tu non ci fossi nel mondo,
sicuramente l’umanità,
vivrebbe giorni di serenità.
Violenza chi mai ti potrà annientare?

Quando, gli uomini impareranno davvero ad amar
ed a dar giusto valor alla vita.
tu, violenza, non avrai più ragione di esistere…

LA LIBERTA’

La libertà
non è aggressione,
non è oppressione,
non è schiavitù,
non è dipendere dagli altri.
La libertà
è agire nel rispetto di tutti,
non è fare
tutto ciò che si vuole.
La libertà finisce
dove inizia
quella degli altri.
La libertà
è potersi realizza re pienamente,
poter esprimere
il proprio pensiero,
la propria creatività.
La libertà è dono del Nostro Creatore,
un Suo progetto
La libertà
è il sogno,
il diritto di ogni uomo.

VENTI DI GUERRA

Non siamo ancora fuori
completamente,
dalla terribile pandemia,
già un nuovo tragico evento
si presenta: nel mondo
soffiano fortemente
i venti di guerra.
Uomo, sei sempre lo stesso,
il malvagio di sempre,
assetato di potere
e di successo,
ti nutri di odio,
di violenza.
Non pensi ai fratelli
che soffrono,
piangono,
muoiono.
Non hai cuore.
Uomo scellerato
non capisci che
la guerra è follia,
la guerra distrugge,
non costruisce.
La guerra dimostra
solo l’umana stupidità.
Nessuna guerra è utile.
Preghiamo, preghiamo
perché trionfi la pace,
che è armonia dei cuori,
motore
dell’umano progresso.

LA GIOIA DELLA PACE

Viviamo un tempo difficile.
Ci spaventano i minacciosi
rumori di guerra.
La pace è solo un bel sogno.
La pace non è odio.
non è aggressività.,
è fraternità,
vedere nell’altro un fratello,
non un nemico da avversare.
La pace è amore,
perdono,
convivenza, dialogo,
armonia.
La pace nasce nei cuori,
nelle famiglie.
La pace è un bel fiore,
che si coltiva con la giustizia.
La pace è dono
del Nostro Creatore
e umana costruzione.
Preghiamo la Vergine Santa.
Chiediamo di fermare la guerra
e di donarci la gioia della pace.
Si colorano di speranza i giorni,
Non c’è pace, senza la libertà.
Insieme, uniti vinceremo,
nascerà un mondo migliore,
nella luce della pace.