Marcatori laser: tecnologia e precisione

I marcatori laser sono utilizzati per incidere su diversi materiali. Utili per la tracciatura e sicuramente favoriscono la leggibilità nel tempo

0
296
Marcatori laser

Anche se marcatori laser e incisori laser sembrano gli stessi prodotti, in realtà fanno riferimento a due processi differenti. Entrambi imprimono un marchio indelebile su un materiale mediante un fascio laser ma mentre l’incisione lo vaporizza, la marcatura lo scioglie.

La precisione elevata della marcatura effettuata con marcatori laser permette di marcare in modo nettamente leggibile. Non molto tempo fa esistevano le etichette impresse che spesso dopo tempo risultavano illeggibili. La marcatura mediante laser invece garantisce risultati sempre uniformi.

Vediamo nel dettaglio come funzionano i marcatori laser

Il raggio laser (da 100 watt) è pulsato e rilascia energia a specifici intervalli. In un secondo rilascia 100.000 impulsi. La marcatura richiede meno energia dell’incisione, di conseguenza è più veloce. L’energia prodotta serve a sciogliere il materiale e non a farlo evaporare. Ogni materiale ha il suo tempo di fusione quindi ecco perché è necessario conoscere determinati parametri per ottenere un buon risultato.

Velocità e precisione dei marcatori laser

La forte spinta nell’utilizzo di tali macchinari è stata determinata dalla velocità delle incisioni. Questo procedimento ha permesso di non perdere efficenza nella produzione. Su qualsiasi materiale. La marcatura laser oggi si annovera tra i processi di lavorazione più rapidi sul mercato. Addirittura è possibile incidere numeri seriali e altro su piccolissimi componenti di orologeria. Ma anche circuiti stampati, prodotti promozionali ed elettrodomestici. La marcatura laser ha quindi una qualità e una precisione microscopica che altri sistemi non possono raggiungere.

Cosa determina la scelta di marcatori laser?

Il primo passo importante per scegliere i marcatori laser da utilizzare è definire il materiale o i materiali che bisogna marcare. È chiaro che ogni materiale è diverso dall’altro per caratteristiche. Le caratteristiche dei materiali sono quelle che si riferiscono all’intima struttura degli stessi. Ad esempio il colore, la forma, la struttura chimica, la deformazione, l’elasticità, la conduttività e la propagazione. Ma anche le loro capacità di resistenza alle sollecitazioni esterne denominate proprietà meccaniche. O il comportamento nelle varie fasi della loro lavorazione chiamate proprietà tecnologiche. Tutte queste caratteristiche determineranno sia il prezzo dell’apparecchio in questione che l’efficenza di tutto il sistema.

Un preventivo preciso e affidabile

È bene quindi optare per una personalizzazione del prodotto che si vuole acquistare. Inoltre questo sistema può essere anche integrato in una catena di lavoro e quindi diventare un processo vero e proprio di completamento della produzione.

Non bisogna essere ingegneri o esperti di chimica e meccanica. Le aziende produttrici di marcatori laser hanno all’interno un proprio settore che attraverso software e altri strumenti permette di effettuare la scelta migliore del prodotto da acquistare.

Nuova marcatura con la tecnologia a fibra

Il marcatore laser oggi utilizza la più innovativa tecnologia a fibra attiva drogata con Itterbi. È la soluzione laser ideale per la marcatura di precisione, la microlavorazione ed il taglio di materiali plastici e metallici.

La tecnologia a fibra segna un traguardo straordinario nella generazione del fascio laser. Dalle nuove sorgenti sono state eliminate numerose componenti ottiche e meccaniche che le rendevano instabili. Per essere sostituite da una singola bobina di fibra ottica attiva che riduce notevolmente il rischio di guasti. La vita del laser fibra supera le 100.000 ore di marcatura

fonte: LASIT SPA

Commenti