Malesia: Anwar Ibrahim nominato primo ministro

0
139
Malesia: Anwar Ibrahim nominato primo ministro

La scorsa settimana in Malesia si sono tenute le elezioni, che si sono concluse con un risultato incerto. Nessuno dei due più grandi partiti era riuscito a conquistare la maggioranza necessaria per poter governare. Il Paese si è ritrovato nuovamente in una situazione di stallo politico che dura da tre anni. Il re ha così deciso di nominare Anwar Ibrahim come primo ministro della Malesia.

Anwar Ibrahim nominato primo ministro della Malesia

Il re della Malesia ha nominato il leader dell’opposizione riformista Anwar Ibrahim primo ministro del paese, ponendo fine a giorni di incertezza dopo che le elezioni generali non hanno prodotto nessuna maggioranza e lasciato un Parlamento sospeso. Alle elezioni, infatti, la coalizione Pakatan Harapan (PH) di Anwar ha ottenuto il maggior numero di seggi, ma nessun partito o coalizione è emerso con la maggioranza parlamentare di 112 seggi necessaria per formare un governo.

Dopo l’esito incerto delle elezioni, PH e la coalizione rivale conservatrice malese-musulmana Perikatan Nasional (PN) guidata dall’ex primo ministro Muhyiddin Yassin hanno entrambi avviato i negoziati per cercare di formare un governo. Entrambi i partiti hanno provato a corteggiare le coalizioni più piccole. Tuttavia, né il PH né il PN sono riusciti a comporre la maggioranza necessaria per poter governare. Così, per evitare un nuovo lungo stallo politico, il re Sultan Abdullah Sultan Ahmad Shah ha incontrato Anwar e Muhyiddin, nonché i membri del parlamento neoeletti, e hanno discusso sul futuro del prossimo governo. Dopo una riunione delle famiglie reali, il re ha annunciato che Anwar sarebbe stato il primo ministro. Il neo premier presterà giuramento durante una cerimonia che si svolgerà alle 17:00 ora locale.

Anwar dovrà affrontare difficili compiti

La conquista del potere da parte di Anwar attenuerà i timori per una maggiore islamizzazione della Malesia. Tuttavia il neo premier dovrà affrontare un compiuto arduo nel colmare le divisioni razziali che negli ultimi tempi si sono accentuate. Anwar avrà anche il difficile compito di rilanciare l’economia malese, che è alle prese con l’aumento dell’inflazione e una valuta che è caduta al suo punto più debole. Il neo premier dovrà infine affrontare il problema chiave del paese: la corruzione.


Leggi anche: Elezioni Malesia: il Paese cerca di superare l’instabilità politica