Macerata Fletria (PU) gremita per l’ultimo saluto al giovane campione Andrea Dini

rombo finale con le moto da cross

0
410

MACERATA FELTRIA (PU)  –  Tutto il Montefeltro si è stretto nella giornata di ieri in un metaforico abbraccio per l’ultimo saluto al giovane Andrea Dini, il centauro della “Team Fix”, deceduto in seguito ad un brusco incidente in pista e dopo un calvario in ospedale.

Una folla commossa dal dolore, ha riempito le strade di Macerata Feltria. Il feretro, arrivato nella mattinata del 1° aprile, era stato esposto per gli ultimi momenti di veglia nella chiesetta di Santa Lucia, circondata dalla sua personale e amata moto da cross. Nel pomeriggio poi è stata accompagnato nella Chiesa di San Michele Arcangelo per la celebrazione della messa funebre.

Prima dell’inizio della funzione gli amici più stretti hanno voluto leggere una breve lettera, stremati dalle lacrime, difronte la mamma Manuela Piccari, il padre Giulio e il fratello Giuseppe, circondati da più di mille persone in rispettoso e straziante silenzio.

In vari punti del paese tanti cartelli con dediche e saluti, tutti speranzosi che questo non è un addio ma solo un arrivederci… “Quando arriverai al traguardo, fai sapere a tutti che prima del 2 non c’è l’1, ma il 7”.

A celebrare il rito funebre è voluto essere presente mons. Andrea Turazzi, vescovo della Diocesi San Marino-Montefeltro, coadiuvato da tanti parroci del territorio.

All’uscita della bara, gli amici di infanzia di Andrea, accanto alla sua moto parcheggiata a modo di monumento, hanno lanciato palloncini bianchi e azzurri in cielo. Mentre all’ingresso del cimitero, al termine dell’ultimo viaggio terreno, i compagni di motocross (arrivati da tutta la provincia e anche dalla vicina Romagna) hanno dato l’ultimo saluto a modo loro, accendendo in simultanea tutte le moto e facendo un rombo finale.

https://www.facebook.com/trcarpegna/videos/1816759431683669/

Commenti