sabato, Aprile 13, 2024

Macchina linguistica di Pāṇini da applicare nell’informatica

Rishi Rajpopat, Dottorando indiano all’Università di Cambridge, ha risolto il conflitto di regole della macchina linguistica di Pāṇini. In sei mesi di ricerche ha quindi superato lo scoglio che da 2.500 anni impediva agli studiosi di utilizzare correttamente il sistema del grammatico indiano. Pertanto si potranno programmare i computer per insegnare il sancrito.


La PNL: la programmazione neuro linguistica


Perché la macchina linguistica di Pāṇini non funzionava correttamente?

Pāṇini ha ideato un metodo con regole che permetteva di costruire milioni di parole grammaticalmente corrette in sancrito. Si usava inserendo prefissi e suffissi. Le norme erano quasi 4mila che però alcune volte creavano un conflitto che molti studiosi hanno sciolto col metaruolo. Quindi in caso di conflitto tra due legge di uguale forza, si considera il principio che viene dopo nell’ordine seriale della grammatica. Però si raggiungevano risultati errati. Il linguista ha inventato il sistema nel V secolo a.C.

La soluzione di Rishi Rajpopat

Il ricercatore ha respinto l’interpretazione tradizionale del metaruolo. Infatti ha sostenuto che Pāṇini desse priorità a una norma. Tra le leggi applicabili rispettivamente al lato sinistro e al lato destro di una parola, era da scegliere il secondo. Verificando la sua teoria ha notato che la macchina linguistica produce parole grammaticalmente corrette senza eccezioni. Pertanto ha dimostrato che il sistema del grammatico indiano funziona e è autosufficiente. Non necessita infatti di ulteriori regole per evitare le eccezioni.

Le implicazioni della scoperta e l’uso della macchina linguistica

Il lavoro di Rishi Rajpopat può trovare della applicazioni nell’informatica. Quindi gli sviluppatori potranno usare il sistema della macchina del linguaggio per software e programmi. Lo scopo è combinare l’intenzione di chi parla con la grammatica basata su regole di Pāṇini per produrre il linguaggio umano. Pertanto un modo per favorire la conoscenza del sancrito che era la lingua della Filosofia e della Conoscenza.

Odette Tapella
Odette Tapella
Vivo in piccolo paese di provincia. Mi piace leggere, fare giardinaggio, stare a contatto con la natura. Coltivo l'interesse per l'arte, la cultura e le tradizioni.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles