Liu Jo chiede risarcimento danni milionario a Kendall Jenner

Liu Jo ha citato in giudizio Kendall Jenner perché ritiene che non abbia portato a termine un accordo di lavoro che prevedeva una campagna fotografica per le stagioni Primavera/Estate e Autunno/Inverno 2020.

0
430
Liu Jo fa causa a Kendall Jenner
Liu Jo cita in giudizio Kendall Jenner.

Kendall Jenner e Liu Jo pare siano ai ferri corti. L’azienda di moda italiana ha citato in giudizio la top-model statunitense che non si sarebbe presentata ad uno dei due servizi fotografici per i quali aveva stilato un contratto con la società di Carpi.

Il contenzioso sarebbe relativo alla campagna pubblicitaria per le collezioni Primavera/Estate e Autunno/Inverno del 2020. Il secondo impegno era stato spostato per le conseguenze dell’epidemia di coronavirus. Stando alle prime informazioni provenienti dalla stampa statunitense, sembra che Liu Jo abbia già pagato alla Jenner 1,5 milioni di dollari (circa 1,2 milioni di euro) come accordi prestabiliti per entrambi gli shooting.

L’azienda sostiene che la modella abbia preso parte al primo servizio fotografico nel febbraio del 2020, intascando in quella circostanza la prima parte del suo ingaggio intorno al milione di euro. Il problema sarebbe emerso per la seconda tranche del lavoro.

Liu Jo: causa da 1,5 milioni di euro a Kendall Jenner

Al momento di organizzare la seconda parte della campagna pubblicitaria – stando al resoconto di Liu Jo – questa era prevista nel periodo in cui c’era stata l’impennata di contagi e decessi causati dal Covid-19. Di conseguenza, si decise di rimandare tutto all’autunno del 2020, ma la casa di moda italiana sostiene che da quel momento Kendall Jenner abbia rifiutato tutte le proposte per giungere ad un accordo.

Avendo preso atto della situazione, la società dell’amministratore delegato Marco Marchi è arrivata alla conclusione che la supermodella americana non volesse adempiere agli obblighi previsti dal contratto sottoscritto. Per questo motivo l’ha citata in giudizio con la richiesta di un risarcimento danni pari a 1,5 milioni di euro.

La reazione di Kendall Jenner è arrivata tramite i suoi legali, i quali hanno affermato che la modella ha più volte cercato di onorare l’impegno, trovando però un certo ostruzionismo da parte di Liu Jo.

Liu Jo: nuova collezione, il denim è la punta di diamante

La Society Management, che rappresenta la supermodella di Los Angeles, raggiunta da TMZ ha affermato che si tratta di una denuncia senza senso. Gli avvocati della Jenner hanno riportato che in diverse circostanze la loro assistita avrebbe proposto altre date e location per concludere un lavoro che era stato rimandato “a causa della pandemia”. Infine la top-model avrebbe fornito la sua piena disponibilità per completare lo shooting.